Home Attualità Legalità, gemellaggio tra gli istituti comprensivi di Montaquila e Sant’Elia a Pianisi

Legalità, gemellaggio tra gli istituti comprensivi di Montaquila e Sant’Elia a Pianisi

Si è concluso con un convegno a Monteroduni il progetto che ha coinvolto gli istituti comprensivi di Montaquila e Sant’Elia a Pianisi, due scuole che hanno scelto di gemellarsi con l’obiettivo di portare sempre più in alto la bandiera della legalità. Durante l’incontro organizzato al castello Pignatelli, si è parlato di quegli eroi che lottano contro la criminalità e che spesso pagano con la vita il loro impegno, ma anche dei danni che produce al territorio e all’ambiente la cosiddetta ecomafia. Abusi edilizi e rifiuti tossici sono purtroppo all’ordine del giorno. Da questo punto nessuno può ritenersi al sicuro, nemmeno il Molise è esente dalle incursioni della criminalità organizzata, ha detto uno degli ospiti dell’incontro, il magistrato della Direzione nazionale antimafia Roberto Pennisi. Il magistrato ha voluto lanciare anche un messaggio ai ragazzi, chiamati a fare tesoro degli esempi di tante persone che hanno lottato per l’affermazione dei valori della legalità: conservare la memoria e tramandare gli esempi positivi dati da chi ha lottato per la legalità. Con la giornata organizzata a Monteroduni cala il sipario sul progetto gemellaggio sulla legalità dei due istituti comprensivi molisani. Il bilancio è stato senz’altro positivo: oltre agli alunni, sono stati coinvolte le famiglie e i vari paesi che ruotano nell’orbita dei due istituti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Procedure COVID-19, da Neuromed un successo per il Molise

L’Istituto Neuromed comunica che, così come già annunciato dall’Asrem nel corso della gior…