I Consiglieri regionali Francesco Totaro e Massimiliano Scarabeo hanno presentato un ordine del giorno in cui chiedono di revocare la determina dirigenziale n. 175 del 02/05/2017 che attribuisce 60 posti letto al Centro di Alta Riabilitazione Paola Pavone di Salcito, trasferendoli agli ospedali di Larino e Venafro.

Questa la proposta di ordine del giorno in consiglio regionale:

Alla c.a. del Presidente del Consiglio Regionale del Molise

Dott. Vincenzo Cotugno

Ordine del giorno

IL CONSIGLIO REGIONALE

Premesso che

– con l’approvazione del Piano di Riordino Sanitario Regionale gli Ospedali “Vietri” di Larino ed il “Santissimo Rosario” di Venafro hanno subito un declassamento in ospedali di comunità, con conseguenze negative sia in termini economici che di offerta sanitaria per un’intera parte di territorio;

– si continuano a chiudere interi reparti e servizi prima efficienti ed efficaci, vedi Oncologia e Oculistica del Vietri di Larino ed anche diversi reparti del nosocomio di Venafro.;

– questo modo di fare decisamente fuori dalle logiche messo in atto da parte del nostro commissario alla Sanità, verso alcuni territori e verso una certa tipologia di Sanità, in cui quella privata raccoglie circa il 40 % dei posti letti presenti nell’intera regione;

– il territorio piu’ colpito da queste scelte nefaste è quello del Bassomolise dove è stato soppresso un presidio ospedaliero importante , territorio che conta centodiecimila abitanti , avente un incremento notevole della popolazione durante il periodo estivo ,con una sola struttura ospedaliera presente a Termoli;

Vista

La Determina Dirigenziale n. 175 del 02/05/2017 avente ad oggetto: Art.8 L.R. N. 18/08 “Centro di Alta Riabilitazione Paola Pavone” di Salcito (Cb) – Autorizzazione all’esercizio dell’attività sanitaria- ,nella quale si autorizza il Centro di Alta Riabilitazione “Paola Pavone” all’espletamento di attività di riabilitazione extra-ospedaliera, ex art. 26 Legge 833/1978, per complessivi 60 posti letto così di seguito suddivisi:

– N. 30 pp.ll. per pazienti non autosufficienti richiedenti trattamenti intensivi ( R1);

– N. 15 pp.ll. per pazienti disabili che necessitano di riabilitazione estensiva (RRE1- RRE2);

– N. 15 posti letto per pazienti che necessitano di riabilitazione estensiva ( RD2- RD3);
con la quale si continua imperterriti a favorire la Sanità privata a discapito di quella pubblica;

IMPEGNA

Il Presidente della Giunta Regionale del Molise a :

1) revocare la determina dirigenziale n. 175 del 02/05/2017 dove si attribuiscono n. 60 pp.ll al Centro di Alta Riabilitazione Paola Pavone di Salcito (Cb);

2) ridistribuire i posti letto in maniera equa sull’intero territorio Regionale favorendo le strutture pubbliche presenti, cosi ’come di seguito elencate:

– N. 15 pp.ll. per pazienti non autosufficienti richiedenti trattamenti intensivi ( R1) all’ospedale Vietri di Larino;

– N. 15 pp.ll. per pazienti non autosufficienti richiedenti trattamenti intensivi ( R1) all’Ospedale Santissimo Rosario di Venafro;

– N. 8 pp.ll. per pazienti disabili che necessitano di riabilitazione estensiva (RRE1- RRE2) all’Ospedale Vietri di Larino;

– N. 7 pp.ll. per pazienti disabili che necessitano di riabilitazione estensiva (RRE1- RRE2) all’Ospedale Santissimo Rosario di Venafro;

– N. 7 posti letto per pazienti che necessitano di riabilitazione estensiva ( RD2- RD3) all’Ospedale Vietri di Larino;

– N. 8 posti letto per pazienti che necessitano di riabilitazione estensiva ( RD2- RD3) all’Ospedale Santissimo Rosario di Venafro.

I Consiglieri

Francesco Totaro

Massimiliano Scarabeo

Potrebbe interessanti anche:

Inclusione, iniziativa Associazione persone down e Dynamo Camp a Campobasso

L’inclusione rende il mondo più colorato e un mondo colorato è più bello. Un concett…