La costruzione di un’Europa dei popoli può iniziare dalla scuola. E’ questo il messaggio forte che arriva dall’Andrea d’Isernia. In questi giorni, infatti, l’Istituto comprensivo San Giovanni Bosco sta ospitando il meeting internazionale del progetto ATLAS (all together learning at school) che si inserisce nell’ambito del programma Erasmus plus. Il progetto, che vede la partecipazione di docenti e alunni provenienti da Francia, Spagna, Portogallo, Polonia,Turchia e naturalmente Italia, si articola attraverso una serie di attività di approfondimento e studio concernenti le pratiche metodologiche dei diversi paesi europei. Un team internazionale di quindici docenti sta mettendo a confronto le esperienze didattiche e le tradizioni pedagogiche dei diversi paesi, mentre gli studenti (in totale quarantaquattro) prendono parte ai workshop di gruppo incentrati sulla pratica del cooperative learning. La visita dei partner europei è naturalmente una gioiosa occasione di incontro e di scambio che sta offrendo l’opportunità di far conoscere il nostro territorio, la nostra cultura e le nostre tradizioni alle delegazioni provenienti dai paesi e dalle scuole d’Europa. Gli studenti sono stati ospitati dalle famiglie degli alunni, integrandosi e condividendo il way of life italiano. Lunedì docenti e studenti hanno ricevuto il saluto di benvenuto della dirigente dell’Andrea d’Isernia Mariella Di Sanza, poi nella sala del Consiglio Comunale il Sindaco, Giacomo D’Apollonio, ha dato il saluto istituzionale della città, segnando l’inizio della bellissima e proficua settimana di lavoro.

Potrebbe interessanti anche:

Parcheggi a pagamento, tribunale dà ragione al Comune di Isernia

L’amministrazione comunale informa che il Tribunale di Isernia, con ordinanza dello scorso…