Primarie del Pd, non è tutto oro quello che luccica, i numeri raccontano un’altra verità rispetto a quella dipinta ad arte dalla ditta delle due ‘F’ di Fanelli e Frattura. Renzi ha vinto anche in Molise, ma la sua affermazione si è attestata al penultimo posto in Italia, in termini percentuali, 63%, contro il 70% della media nazionale.Nel 2009 in Molise parteciparono alle primarie del pd esattamente 18 mila persone, nel 2013, oltre 13 mila, con 72 seggi; domenica, solo 11.800, con ben 86 seggi. Una continua retromarcia per Renzi, Frattura e Fanelli.

In sostanza il Molise, così male amministrato dalla coppia Fanelli&Frattura, ha lanciato un chiaro messaggio di avvertimento dai gazebo delle Primarie. Renzi ha perso in Molise ben sette punti rispetto alla media nazionale, nonostante il Pd guidi la Regione, le due Province, Campobasso e Termoli. Non c’è nulla da festeggiare.

Invece, al Ministro Andrea Orlando sono stati computati 357.526 per una percentuale del 19,5%. In Molise, ma in particolare in provincia di Isernia, la mozione Orlando appoggiata dal Consigliere regionale Scarabeo, ha attenuto il 27,32%. Un dato notevole a livello nazionale, superato solo in alcune aree della Liguria, terra natale del Ministro. A Venafro, Orlando ha ottenuto il 53,74% una delle percentuali più alte in Italia; solo La Spezia ha fatto registrare un dato di poco superiore. Il risultato delle primarie è andato meglio di come ci si poteva aspettare in provincia di Isernia.

L’unico che veramente può fare festa è quindi Scarabeo, alfiere di Orlando.

Infatti, i numeri dicono che il segnale più sorprendente arriva proprio dalla provincia di Isernia e da Venafro, in particolare. Si tratta della città dove, insieme a La Spezia sua città natale, Anfrea Orlando ha ottenuto il miglior risultato a livello nazionale.

Massimiliano Scarabeo, da solo, tra i consiglieri regionali e i parlamentari , appoggiava la mozione Orlando. Solo contro tutti. Ebbene Scarabeo e Orlando hanno stravinto a Venafro, con il 53,74%, risultato paragonabile, a livello nazionale, esclusivamente a La Spezia, città natale del ministro della giustizia. Anche a La Spezia e solo lì, insieme a Venafro, Orlando è arrivato primo. Ancora, il risultato della provincia di Isernia, sempre per il ministro candidato segretario, è stato il migliore in Italia, sempre insieme a quello della provincia ligure di La Spezia.

E lo stesso Orlando ha già fatto arrivare a Massimiliano Scarabeo il suo ringraziamento personale per gli eccezionali risultati di Venafro e della provincia di Isernia, dove la mozione del ministro della giustizia è risultata prima non solo a Venafro, ma anche a Filignano, Carpinone, Castel san Vincenzo e Poggio Sannita.

Per capirci, in provincia di Isernia, Renzi, insieme a Frattura, Fanelli, Coia e qualche aiutino datogli da Forza Italia, ha preso 2,100 voti, Orlando, con il solo Scarabeo, ne ha presi 1006, Emiliano 576.

Un risultato, per Renzi del 56, 4 %, al di sotto di quello regionale del 63% e la dimostrazione che, dalla provincia di Isernia, potrà partire il gol che farà fare le valige a Frattura.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, scende la curva del contagio. Intanto Toma approva il decreto che prevede 50 milioni del Por

Non accadeva da settimane: numero di casi inferiore a 100 e tasso di positività che scende…