Articolo 1, il nuovo partito nato dalla scissione del Pd, ha presentato ufficialmente il suo programma politico a Isernia, con Danilo Leva e Arturo Scotto. Quest’ultimo ha illustrato le strategie bersaniane per la sinistra e il parlamento che verranno, con un obiettivo già al centro del mirino, il lavoro che non c’è. Per Articolo 1, il lavoro sarà l’asse portante del suo programma elettorale. E, a poche ore dalle Primarie, non poteva mancare una dichiarazione sui rapporti tra Matteo Renzi e Berlusconi, tra il cosiddetto Pdr, partito di Renzi, e Forza Italia, sintonie e sostegni che anche in Molise sono presenti. Basti dire che girano con insistenza voci di messaggi in cui qualche sindaco molisano, espressione di ambienti vicini a Forza Italia, inviterebbe i suoi colleghi di lavoro e i suoi concittadini ad andare a votare Renzi alle Primarie del Pd. Almeno in Molise, Forza Italia dà l’impressione di aver già scelto Renzi e, con lui, Frattura, una storia già letta. Scotto sull’argomento ha detto: «Renzi va dove gli batte il cuore, il suo feeling con Berlusconi non lo scopriamo certamente oggi». Infine le elezioni, come si pongono i Bersaniani di fronte alle scelte da fare per la nuova legge elettorale, se mai ci sarà? Per Scotto la ricetta è semplice: «No ai capilista bloccati e ritorno alle preferenze. Non vogliamo un parlamento di nominati come quello in funzione oggi».

Potrebbe interessanti anche:

Incidente in autostrada, ferito un 37enne

Nella notte un’auto è uscita fuori strada sull’A14 (km 505 verso sud) tamponan…