Home Attualità Crisi dell’editoria, Sinistra Italiana preme per interventi concreti e subito
Attualità - Evidenza - 25 Aprile 2017

Crisi dell’editoria, Sinistra Italiana preme per interventi concreti e subito

Per sbloccare la difficile situazione dell’editoria molisana è indispensabile unire le forze a avviare un confronto trasparente.

Lo ha dichiarato la coordinatrice provinciale di Sinistra italiana, Anna Spina, secondo la quale siamo ormai al paradosso di una Regione che non interviene in modo concreto, rapido ed efficace per sostenere le testate giornalistiche e televisive, rimanendo a guardare e lasciando incancrenire la situazione.

Ci sono crisi aziendali gravissime – ha aggiunto Spina – e tutto resta in balia degli eventi. Una incertezza che si ripercuote in modo evidente sugli editori, sui giornalisti, sui tecnici e sui grafici.

Da Sinistra italiana è arrivata quindi la sollecitazione a sbloccare la comunicazione istituzionale e per i giornali a garantire la distribuzione in tutti i comuni della regione.

Un settore sempre più precario, nel quale i giornalisti sono affiancati dal sindacato della categoria, la cui voce resta ancora troppo flebile in  uno scenario che non promette nulla di buono.

La Regione ha il dovere di intervenire, ha ribadito Anna Spina. Fare chiarezza e sostenere il meglio dell’imprenditoria locale, evitando la perdita di posti di lavoro e la cessazione di altre attività economiche.

Va messo in evidenza che anche quella di Sinistra italiana rappresenta un’eccezione, in un panorama politico totalmente avvitato su sé stesso e su vicende che hanno come sfondo la campagna elettorale o interessi personali.

L’assenza dei partiti, o comunque il silenzio della maggior parte di essi, disegna un quadro per niente rassicurante. Non solo perché l’informazione, qualunque essa sia, rappresenta un tassello fondamentale in un assetto democratico, ma anche perché la politica dimostra ancora una volta di aver perso di vista gli interessi della collettività e di essere sempre più interessata a guardare nel proprio ombelico. Un atteggiamento che ha già prodotto, per ora al di là dei confini nazionali, la liquefazione dei partiti tradizionali.

Il confine tra il bilico e il baratro è sempre più sottile, in Italia e in Molise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

La Movida agita la politica isernina: dura replica di Rita Paola Formichelli a Domenico Chiacchiari

Movida tormentata a Isernia. Imediata e durissima la replica al sindaco d’Apollonio …