Passa il bilancio al comune di Isernia, con 20 voti, su 27 votanti. Maggioranza blindata con due astenuti, Francesca Bruno di Casapond e Cosmo Tedeschi, e cinque voti contrari. L’astensione di Tedeschi è la vera novità, in sostanza l’ex candidato sindaco non votando contro ha voluto lanciare un messaggio nella ‘bottiglia’ alla maggioranza e a Michele Iorio. Le regionali si avvicinano e sicuramente Tedeschi sta pensando a cosa fare. Non tutte le minoranze però hanno partecipato, assenti per protesta gli esponenti del Pd, che hanno annunciato già, come anticipato dalla Formichelli, il loro ricorso al Tar per far annullare la seduta, in quanto la convocazione non avrebbe rispettato tempi e modalità regolari. Un bilancio verità, così è stato definito dal sindaco d’Apollonio che ha detto: «Abbiamo fatto luce su tutto quanto, in passato, non era mai stato chiarito fino in fondo». Come al solito il generale non scende nel dettaglio, per evitare polemiche, ma è chiaro che voleva alludere ai famosi dieci milioni che c’erano o che non c’erano nelle casse del comune e ai debiti lasciatigli dalle precedenti amministrazioni, quasi mezzo milione di euro riconosciuti come debiti fuori bilancio. In sostanza, così facendo potranno finalmente essere pagati i crediti di aziende e fornitori da una decina di anni a questa parte, ha precisato il relatore Giampiero Mancini. Potranno anche essere pagate le retribuzioni accessorie ai dipendenti. Insomma, sono stati messi a posto i conti. Sull’altra sponda le minoranze presenti, in particolare Forza Italia, non hanno fatto sconti, votando contro e criticando aspramente lo strumento contabile preparato dall’amministrazione d’Apollonio.

Potrebbe interessanti anche:

Andrea Greco si scaglia contro Vincenzo Scarano: “Prendo le distanze dalla sua candidatura col centrodestra alle Provinciali”

Vincenzo Scarano, capogruppo di minoranza di “Agnone – Identità e Futuro”…