Nell’ambito del progetto “Disegnare e scrivere l’ambiente” – ideato da Smaltimenti Sud d’intesa con il Comune di Isernia per far comprendere ai più piccoli l’importanza della raccolta differenziata – agli alunni delle scuole del capoluogo in questi giorni è stata data l’opportunità di visitare l’impianto di Pozzilli per informarsi sul ciclo della gestione di rifiuti e per assistere all’intero processo che porta alla separazione dei materiali in vista del loro recupero e successivo riutilizzo. Tra le scuole che hanno aderito al progetto c’è l’Andrea d’Isernia, da sempre sensibile alle tematiche della tutela ambientale. Attraverso questa visita all’impianto di Pozzilli i docenti hanno voluto rendere i ragazzi più consapevoli, facendo comprendere loro che la raccolta differenziata rappresenta una delle armi più efficaci tra quelle impiegate nella lotta all’inquinamento. A loro volto sensibilizzeranno le loro famiglie sulle tematiche della tutela ambientale.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…