di ANNA MARIA DI MATTEO

Sono tornati nuovamente a scioperare i dipendenti della Seac, la società che gestisce il servizio di trasporto urbano a Campobasso.
L’astensione dal lavoro, proclamata dai sindacati, è stata indetta per oggi, fatte salve le fasce orarie garantite che vanno dalle 5,17 alle 8, 17 e dalle 13 alle 16.
Lo sciopero per tutelare gli attuali livelli occupazionali, messi fortemente a rischio dal drastico taglio dei trasferimenti regionali in favore del Comune. In particolare, la Regione ha deciso di ridurre del 25% le risorse destinate al trasporto locale, nonostante nelle ultime settimane abbia annunciato l’intenzione di rivedere la percentuale dei tagli, portandola al 10%.
Una intenzione che al momento non è supportata da documenti ufficiali. Ed allo stato attuale la Seac non è nelle condizioni di continuare a garantire gli attuali livelli occupazionali. In un primo momento aveva annunciato il licenziamento di 10 lavoratori, poi, anche in seguito alla mobilitazione dei sindacati, il numero dei dipendenti in esubero è sceso ad otto.
Una concessione che tuttavia non è bastata a rasserenare gli animi, tant’è che lo sciopero, proclamato con largo anticipo, è stato messo in atto.
Dal Comune fanno sapere che c’è tutta l’intenzione e la disponibilità a trovare un accordo, soprattutto con la Regione affinché riduca al minimo i tagli alle risorse destinate al trasporto urbano, ma nel frattempo la vertenza sembra essersi arenata.
Intanto, a pagare le conseguenze dello scontro, sono gli incolpevoli utenti. Per loro si annuncia un’altra giornata di disagi e problemi.

Potrebbe interessanti anche:

Auto investe due donne a Campobasso, ricoverate al Cardarelli

Incidente stradale questa sera poco dopo le 19 in via XXIV maggio a Campobasso, nella part…