cof

Potenziare la raccolta differenziata, sensibilizzando i bambini, chiamati a loro volta a stimolare i loro genitori. Per raggiungere l’obiettivo il Comune di Isernia e Smaltimenti Sud, la società che gestisce la raccolta in città, hanno deciso di affidarsi alle scuole, coinvolgendole in due progetti: il primo, “Rifai il look al nostro contenitore” è riservato ai bambini delle elementari, mentre il secondo “Disegnare e scrivere l’ambiente”, è destinato agli alunni delle medie, ha spiegato Carmen D’Antonino durante una conferenza stampa convocata a Palazzo San Francesco. Il coinvolgimento dei più piccoli rientra in un progetto più ampio che punta a far entrare Isernia nell’elenco dei comuni virtuosi sul fronte della raccolta differenziata: l’obiettivo dell’amministrazione comunale è infatti quella di portarla punta a raggiungere in tempi ragionevoli al 65%. Al momento Isernia ha raggiunto il 56%. Contiamo di raggiungere la soglia prefissata – ha detto l’assessore comunale all’Ambiente, Domenico Chiacchiari – entro il 2018, grazie anche all’avvio della raccolta porta a porta nelle borgate. Raggiungere il 65%, infatti, non significa dare una risposta concreta sul fronte della tutela ambientale, ma anche rientrare nell’elenco dei Comuni virtuosi, premessa necessaria per accedere a una serie di finanziamenti previsti in ambito nazionale ed europeo.

Potrebbe interessanti anche:

Maresca politico e magistrato, sarà in servizio a Campobasso

La decisione ha spaccato in due il consiglio superiore della magistratura. Destinazione Co…