Si è tenuta nella sala consiliare della Provincia di Isernia la riunione della Comunità del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. L’assise, rappresentativa di tre Regioni e 24 Comuni (12 abruzzesi, 7 laziali e 5 molisani), è stata chiamata ad approvare una variazione al bilancio di previsione 2017, ad adottare il Piano d’Azione del C.E.T.S. e a valutare le modifiche alla legge 394/91 sulle aree protette in discussione al Parlamento. Alla riunione, la prima che si è tenuta presso la Provincia di Isernia, hanno partecipato, tra gli altri, anche il Presidente del Pnalm Antonio Carrara e il presidente della Comunità Antonio Di Santo. Presente anche la parlamentare Laura Venittelli che ha presentato alcuni emendamenti alla legge di riordino. La riunione nella sede provinciale si è tenuta dopo le recenti nomine del Sindaco Lorenzo Coia nel Comitato Direttivo del Pnalm e del Vice Presidente Graziano D’Agostino della Comunità del Pnalm in rappresentanza della Regione Molise. L’incontro, come detto, è servito soprattutto “per esaminare – ha detto Coia – la rivisitazione della legge sulle aree protette dopo 25 anni di vigenza con le opportune norme di manutenzione legislativa e rappresenterà un primo passo per un rilancio del versante molisano del Pnalm attraverso gli strumenti della programmazione comunitaria 2014/2020. L’Università degli Studi del Molise, in questa ottica, ha fornito un interessante approccio metodologico sulla quantificazione finanziaria delle opportunità e dei vincoli derivanti dalle aree protette”. Nella stessa riunione è stato ufficializzato l’allargamento dell’area contigua del Pnalm anche al Comune di Cerro a Volturno.

Potrebbe interessanti anche:

L’Amministrazione di Civitanova del Sannio invita al risparmio d’acqua

L’Amministrazione di Civitanova del Sannio ha invitato la cittadinanza al risparmio …