Prosegue la lotta degli cantonieri della Provincia di Isernia. Grazie anche al sostegno e alle iniziative promosse da comitati, associazioni, sindacati e movimenti politici, dalla loro parte si sono schierati anche i sindaci e i consiglieri provinciali di minoranza. Gianni Fantozzi, Salvatore Azzolini e Giovanni Tesone si sono confrontati con i lavoratori durante un incontro organizzato nella sede del sindacato Fiadel. Nei giorni scorsi hanno cominciare a muovere i primi passi, chiedendo l’accesso agli atti per fare chiarezza sulla vicenda, per capire perché il presidente Lorenzo Coia abbia deciso di non prorogare i contratti. Di questo se ne parlerà durante un consiglio provinciale monotematico, ha detto Fantozzi. Intanto per i cantonieri si aprono nuovi spiragli. Grazie alle nuove norme che prevedono al stabilizzazione dei precari, c’è la possibilità di ottenere la sospirata assunzione. Per Tiziano Di Clemente, coordinatore del Partito comunista dei lavoratori, i cantonieri hanno tutti i requisti per ottenere l’assunzione diretta.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni politiche, in Molise parte la sfida in rosa

Una sfida nella sfida, è quella che si appresta a vivere il Molise alle prossime elezioni …