Ad Isernia, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, a seguito di una attività d’indagine, hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria, un 40enne di origine rumena, il quale in più circostanze avrebbe minacciato ed aggredito la moglie con la quale è in fase di separazione, costringendola tra l’altro contro la sua volontà, ad avere rapporti sessuali. I militari sono intervenuti su richiesta della vittima, mettendo così fine ad una storia fatta di continue vessazioni e violenze tra le mura domestiche. I reati di cui dovrà rispondere il 40enne sono quelli di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale.
Militari dell’Arma in azione anche in Alto Molise. Tre persone, un 60enne, un 48enne ed un 35enne, di Capracotta, gestori di una azienda agricola, sono stati denunciati dai militari della locale Stazione per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento di manodopera clandestina. Secondo quanto accertato dai Carabinieri, i tre impiegavano per l’attività quotidiana dell’azienda cittadini extracomunitari di origine indiana, privi di regolare permesso di soggiorno. Ulteriori accertamenti sono in corso per verificare anche le condizioni igienico sanitarie dei locali dove venivano ospitati gli operaio immigrati.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…