tribunale-iserniaIl Gip del Tribunale di Isernia, Vera Iaselli, ha interrogato il ragazzo di 22 anni, di Noventa di Piave, arrestato dalla polizia con l’accusa di sequestro di persona. Durante l’interrogatorio di garanzia, il giovane, difeso dall’avvocato Franco Macerola, ha respinto ogni accusa. Al magistrato ha detto di non aver affatto segretato in casa la 53enne conosciuta in chat. Al contrario si era trasferito dal Veneto a Isernia per assisterla e proteggerla, poiché in seguito a un incidente la donna faceva fatica a camminare. In pratica era stato assunto come guardaspalle e – nonostante i 30 anni di differenza – tra i due è poi nata una relazione. L’arresto è stato convalidato. Subito dopo il giovane è stato trasferito da ponte San Leonardo al carcere di Chieti, ritenuto più idoneo per reati che toccano la sfera sessuale. La settimana prossima il suo avvocato d’ufficio presenterà istanza di scarcerazione al tribunale del Riesame.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, scende la curva del contagio. Intanto Toma approva il decreto che prevede 50 milioni del Por

Non accadeva da settimane: numero di casi inferiore a 100 e tasso di positività che scende…