capracotta 1Al netto delle polemiche, in questa giorni di emergenza neve le Province – ma non solo – si sono ritrovate a lavorare con pochi mezzi e senza risorse sufficienti. Il problema è stato evidenziato dal presidente dell’Unione delle Province Italiane, Achille Variati, che ha bussato alla porta del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per chiedere di consentire agli enti provinciali di accedere al fondo di emergenza attivato dal Consiglio dei Ministri. “In questi giorni di gravissima emergenza che sta colpendo il Paese – ha sottolineato Variati – le Province stanno investendo risorse straordinarie e del tutto impreviste per sgomberare la neve, assicurare la viabilità in sicurezza, intervenire nelle scuole superiori per cercare di non far studiare i nostri ragazzi in aule gelide. Al tempo stesso sono a fianco dei sindaci che ci chiedono aiuto perché da soli non riescono a mettere in sicurezza i loro Comuni. Tutto questo è stato fatto e si sta facendo – ha aggiunto – nonostante la situazione finanziaria delle Province sia già fortemente compromessa a causa dei tagli che negli ultimi due anni ne hanno minato i bilanci con un impatto drammatico sui servizi ai cittadini. Queste spese impreviste non sono in alcun modo gestibili. Per questo – ha concluso il presidente dell’Upi – a nome delle Province chiedo la possibilità di accedere al fondo di emergenza”. Intanto i mezzi della Provincia di Isernia continuano a lavorare in Alto Molise. Nelle ultime ore sono stati effettuati diversi interventi. Tra i più importanti, quello che ha permesso di far uscire dall’isolamento la frazione Macere di Pietrabbondante, consentendo così a un paziente di recarsi in ospedale per cure urgenti. A Capracotta, invece, in questi 15 giorni di neve e bufera, si è trovato anche il tempo per rimettere in funzione gli impianti di risalita di monte Capraro. Non appena le condizioni meteo lo consentiranno, si potrà tornare a sciare: “In questi giorni – ha detto il sindaco Paglione – tutti hanno cooperato per superare le inevitabili difficoltà e la risposta è stata eccezionale. Faremo sempre di più perché la neve, che per molti è solo un problema, torni ad essere una risorsa preziosa per il presente e per il futuro della nostra comunità”.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…