riceviamo e pubblichiamo

Il gruppo infermieri molisani emigranti al nord in merito alle dichiarazioni fatte sul Il giornale del Molise dalla sigla sindacale FIALS che afferma e lamenta che in seguito al provvedimento del direttore generale Asrem n.1045 del 29 dicembre 2016 con il quale saranno bandite‘procedure concorsuali per stabilizzare i precari delle strutture sanitarie molisane nella misura del 50% dei posti disponibili e il restante attraverso mobilita’ interregionale una parte dei precari verrà’ stabilizzata mentre gli altri verranno attinti da altre regioni.

Vogliamo ricordare alla sigla sindacale sopra citata, ai media che fra gli ‘infermieri che verranno presi da altre regioni circa 200 sono molisani che , vincendo un concorso pubblico , hanno fatto valigie e lasciato il  Molise e i cari per trasferirsi in un luogo che ha assicurato loro una stabilita’ lavorativa . Il gruppo ha tacitamente subito negli ultimi anni di una politica sanitaria pietosa segnata dal blocco assunzioni per disavanzo, facendo ricorso l asrem a contratti atipici, illegali , delibere nulle o annullabili  per decenni, mai sostenuti da sigle sindacali o dal proprio Collegio, DIMENTICATI,  il gruppo sempre in silenzio aspettando l’ ora del riscatto .Ora Questo momento e’ arrivato ..tutto vige nella legalita’secondo normative nazionale e regionali..esigiamo scuse da chi in questi ultimi anni ci ha dimenticati e tutt’ora cerca di metterci i bastoni tra le ruote .Ringraziamo il presidente Frattura, il consiglio regionale e tutti gli organi dell’Asrem che si stanno adoperando affinche’ il tutto avvenga con trasparenza ed equita’..non possiamo dire la stessa cosa della FIALS che ancora una volta ci dimentica

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, sulle partite iva scede in campo la Fials: “Intervenga il Parlamento”, chiede il sindacato

Il tema delle assunzioni rappresenta la questione centrale del sistema sanitario regionale…