Schermata 2017-01-14 alle 13.18.45Crema di fagiolo confetto di Acquaviva d’Isernia, con cicoria di campo saltata e pane nostrano. Questa la ricetta che ha permesso a Stefano Rufo di imporsi per la terza volta consecutiva alla Prova del cuoco, la trasmissione di Rai Uno condotta da Antonella Clerici. Anche questa volta non c’è stata storia. Lo chef di Castelnuovo a Volturno ha sbancato al televoto, raccogliendo il 69% dei voti, contro il 31% degli sfidanti, provenienti dal Piemonte. A sostenerlo in questa sfida c’era anche la madre Anna Iannetta: è stata lei a trasmettergli la passione per la buona cucina, oltre a qualche segreto e trucco del mestiere. Aveva 8 anni quando lo chef molisano ha cominciato a cucinare insieme alla mamma. I risultati sono stati eccellenti, visti gli ampi consensi che ottiene a ogni puntata. Anche in questa occasione Stefano Rufo ne ha approfittato per promuovere la sua regione, stavolta descrivendo le specialità e le leggende legate ai prodotti sia dell’Alta Valle del Volturno – per l’appunto con il fagiolo d’Acquaviva – sia dell’Alto Molise, con le lenticchie di Capracotta e le ostie di Agnone. E non sono mancate le punzecchiature ai piemontesi, come quando ha ricordato che il principale produttore di tartufo in Italia è proprio il Molise. Per lo chef di Castelnuovo questa è stata una vittoria importante, perché ora è a un passo dalla finalissima di maggio. Per arrivarci il mese prossimo dovrà battere la vincente tra Umbria e Friuli Venezia Giulia. Anche in questo caso il sostegno del pubblico molisano sarà determinante.

Potrebbe interessanti anche:

Isernia, raccolta firme per l’associazione “Non ti scordar di me”

L’associazione Non ti Scordar di me, in Piazza Stazione oggi a Isernia per una raccolta fi…