Home Attualità Venafro. Tumori e aborti da record, tutti in piazza per dire basta all’inquinamento
Attualità - Evidenza - Provincia di Isernia - QD - Venafro - 13 Gennaio 2017

Venafro. Tumori e aborti da record, tutti in piazza per dire basta all’inquinamento

manifestazione venafroTanti commercianti, tantissimi cittadini. Sono sempre più numerose le adesioni alla manifestazione silenziosa organizzata dall’imprenditore Raffaele Siano per dire basta all’inquinamento nell’area venafrana, ma soprattutto per fare richieste precise, attraverso una raccolta firme. I cittadini vogliono sapere cosa ne è stato del registro tumori, chiedono che siano mantenute le due centraline fisse per il monitoraggio del traffico e delle polveri sottili, che si provveda a limitare immediatamente il traffico in via Colonia Giulia e che siano resi pubblici i risultati delle analisi sui campioni di polveri sequestrati a fine anno da carabinieri e finanza a bordo dei due camion diretti dall’Herambiente di Pozzilli alla Colacem di Sesto Campano. L’appuntamento è per domani pomeriggio a Venafro. I partecipanti si incontreranno alla sorgente delle quattro cannelle, intorno alle 16:30, per poi attraversare le strade principali della città. Uno dei momenti più significativi nella piazza del Municipio, dove in memoria delle vittime dell’inquinamento sarà acceso un cero sotto il quadro dei Santi Nicandro, Marciano e Daria. Intanto nei giorni scorsi una delegazione delle “Mamme per la salute” ha incontrato il prefetto di Isernia Fernando Guida, al quale è stata tra l’altro ribadita la necessità di far eseguire le analisi sui campioni di polvere sequestrati anche da altri laboratori, oltre che dall’Arpa. Con il prefetto sono stati analizzati anche alcuni dati sanitari provenienti dalla Asrem. “Il distretto di Venafro ha il più alto tasso di mortalità per tumori rispetto agli altri comuni della provincia, mentre gli aborti spontanei riscontrati nel 2015 nel nostro territorio sono superiori del 30% rispetto alla media nazionale. Questi dati, pochi, ma assolutamente significativi – scrivono le mamme per la salute – confermano la necessità di azioni serie ed immediate. Il nostro territorio è ormai saturo di inquinanti e le ripercussioni sulla nostra salute – concludono – iniziano ad essere evidenti anche nei documenti ufficiali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Bojano – Una quindicina di alunni positivi, il sindaco Ruscetta chiude l’istituto comprensivo

Il dato nuovo, decisamente allarmante, arriva da Bojano, dove nelle ultime ore sono risult…