neve2La neve – tantissima – ha creato enormi difficoltà soprattutto in Alto Molise. Molti problemi su tutte le strade, soprattutto a causa della bufera. Le immagini girate sulla Trignina dicono tutto: visibilità scarsa, tir e auto fermi per strada. I Carabinieri, i Vigili del fuoco, la Polizia stradale e gli uomini dell’Anas hanno provato con ogni mezzo a disposizione a liberare i mezzi in panne. Come spesso accade – e come accaduto ieri sera e oggi – più di qualcuno ha affrontato il maltempo senza catene o gomme termiche, mettendo in difficoltà anche chi era attrezzato. Problemi analoghi anche sulla statale 17, all’altezza di Castelpetroso, e sulla Fondovalle Sangro, soprattutto nel tratto fra Cerro al Volturno e Rionero Sannitico. Ma, come detto, la situazione più critica si registra in Alto Molise. Vigili del fuoco e Carabinieri sono intervenuti con i gatti delle nevi per prestare soccorso alle persone e agli animali rimasti isolati nelle aziende agricole, oppure per trasportare i dializzati al Caracciolo di Agnone, un altro dei centri altomolisani alle prese con le abbondanti nevicate. Per assicurare il servizio, il nefrologo è stato prelevato a Castiglione Messer Marino da un trattore della Provincia di Isernia. I mezzi dell’ente di via Berta lavorano per evitare l’isolamento dei comuni altomolisani, cercando di garantire la viabilità almeno sulle strade principali. Il tratto fra Staffoli e Capracotta è ancora chiuso al traffico. La bufera rende inutile ogni tentativo di pulire la strada. A Monte Capraro i Carabinieri sono intervenuti per soccorrere 20 persone rimaste intrappolate in macchina. Tra loro anche tre bambini. Disagi anche a Vastogirardi: i mezzi passano in continuazione, ma si fa fatica a raggiungere soprattutto la parte alta del paese. Tantissima neve anche a Pescopennataro. Il Comune ha pulito le strade per accedere alla farmacia e ai negozi di generi alimentari. Gli anziani hanno potuto fare affidamento sui volontari: la spesa gli è stata consegnata a domicilio. Bufera e tantissima neve, tra i 60 centimetri e il metro, anche a Bagnoli del Trigno, a Frosolone e San Pietro in Valle. La neve è scesa anche a Isernia – dove c’è stato anche chi si è divertito a fare un giro in bici – e in tutto il resto della provincia. Inevitabili le polemiche: in quasi tutti i comuni e su quasi tutte le strade cittadini e automobilisti si sono lamentati per i servizi di sgombro neve. Polemiche anche per la mancata pulizia degli accessi alle principali strade. In molti – tra cui diversi medici – hanno potuto raggiungere il posto di lavoro sono in tarda mattinata e con le solite difficoltà. Muoversi per strada in queste ore è davvero dura, per questo le forze dell’ordine e i sindaci consigliano di uscire in macchina solo se strettamente necessario e comunque sempre ben attrezzati. Catene e gomme termiche non devono mai mancare.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…