vigili-neveL’annunciata perturbazione con neve e temperature in picchiata è arrivata. Neve che ha iniziato a cadere all’alba, una pausa nel primo pomeriggio e poi ha ripreso a venire giù in serata.

Soprattutto in serata disagi sulle strade, dove i mezzi preposti alla pulizia sono comunque in azione. Rallentamenti per il ghiaccio, specie in tangenziale, ma anche su Ingotte, alle porte del capoluogo. Le forze dell’ordine e l’Anas sono sul territorio e sulle arterie principali, sulla Bifernina e verso Foggia.

Consistente la nevicata pure a Campitello Matese. I Vigili del Fuoco in azione per trainare mezzi in panne. Fornita assistenza per il trasporto in ospedale e a casa di un dializzato. Rallentamenti e code in mattinata tra Vinchiaturo e Campobasso per un tir di traverso, con traffico deviato. Sempre sulla Statale 87, sempre a Vinchiaturo tra i chilometri 117 e 118, ancora problemi, con veicoli di traverso, pure in serata.  Rallentamenti e problemi anche in centro a Campobasso ma non solo, con macchine ferme o in forte difficoltà. Il sindaco ha assicurato che il piano neve è stato attivato secondo programma in città ma anche sul territorio provinciale. A Campobasso, però, non sono mancate le lamentele dei cittadini per pesanti disservizi, hanno detto.

In provincia di Isernia, dove la neve è caduta a quote collinari, disagi forti sulla Trignina con diversi mezzi e tir in panne e di traverso e automobilisti costretti a montare le catene. Problemi sul tratto in territorio di Bagnoli. In Alto Molise è il vento a rendere la situazione più critica, oltre alla neve, caduta abbondante tra Agnone, Capracotta, Pescopennataro. Si circola solo con catene. Anche a Frosolone e Pietrabbondante neve. Stamane i vigili del fuoco sono dovuti intervenire al Valico di Castelpetroso, sulla statale 17, sempre per mezzi in panne e hanno dovuto lavorare per ore, per liberare la strada. Anche in questo caso le forze dell’ordine monitorano la situazione e raccomandano di mettersi in viaggio solo se necessario e solo con veicoli muniti di gomme termiche e catene a bordo.

A Causa della bufera la Provincia di Isernia ha chiuso la strada per Capracotta a partire dal bivio per Staffoli dalle 20 di questa sera (5 gennaio), chi vuole raggiungere il paese deve transitare sulla Carovillense seguendo la direzione per San Pietro Avellana. In alternativa può transitare per Agnone. Domani la Provincia ripristinerà il flusso veicolare per Capracotta se le condizioni metereologiche dovessero consentire l’intervento di mezzi spartineve.

Potrebbe interessanti anche:

Rievocazione storica ad Agnone: tornano le lavandaie dei lavatoi

Ad Agnone arriva una nuova rievocazione storica. Il Comitato di Quartiere “Agnone Ce…