concerto-1Un successo al di là di ogni aspettativa. Per il tradizionale Concerto di Capodanno, di scena all’auditorium di Isernia, si è registrato ancora una volta il tutto esaurito. Ma soprattutto i protagonisti della serata, grazie al loro talento, hanno incassato l’entusiasmo del pubblico. Merito del programma – con brani di Brahms, Liszt, Verdi, Mascagni e Puccini – ma soprattutto merito dei protagonisti della serata. Diretta dal maestro isernino Fernando Raucci, ha riscosso ampi consensi l’orchestra da camera di Fondi, impreziosita dalle presenze di altri due artisti molisani: il pianista bojanese Simone Sala e il tenore Paolo Bartolucci, originario di Isernia. Sul palco tutti ci hanno hanno messo l’anima; i presenti lo hanno capito e hanno apprezzato, concedendo lunghi applausi. Grazie a questa esibizione il pubblico e i protagonisti della serata hanno lanciato un messaggio chiaro: Isernia e il Molise hanno voglia di cultura. Anzi, la pretendono, visto che ci sono i mezzi e le risorse per proporre eventi di un certo spessore.

Potrebbe interessanti anche:

Tragico incidente a Poggio Sannita: uomo di Agnone muore investito dalla sua auto

Tragico e sfortunato incidente nell’agro di Poggio Sannita. Un anziano di Agnone si era so…