calendaCome a Bojano, così anche a Isernia. Per l’elezione del sindaco del centro matesino ci fu, a suo tempo, l’alleanza di fatto tra esponenti di rilievo di Forza Italia e la lista che faceva riferimento a Frattura e che poi ha eletto Marco Di Biase. Oggi l’alleanza, sempre di fatto e sempre nascosta in maniera maldestra, si ripete alle elezioni provinciali di Isernia, in programma per il prossimo 8 gennaio e Filomena Calenda, a questo punto, non ci sta più e si dice pronta a lasciare il partito di Berlusconi che, in Molise, continua a mantenere una strana commistione con il governatore Frattura. In politica ci vuole chiarezza – dice la Calenda – e la destra non può continuare a mescolarsi in maniera così promiscua e sfacciata con la sinistra di Frattura, da qui la decisione di rivedere la sua posizione e di rendersi autonoma dalla linea di Forza Italia.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento oltre il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 26% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…