foto-parte-refurtivaErano da poco scoccate le otto. L’alimentari-tabaccheria di località Cagnacci, a Santa Maria del Molise, aveva appena aperto. Nell’emporio, oltre al titolare, c’era già un cliente. Poco dopo è entrato un giovane con un cappello calato sugli occhi. Ha detto che voleva fare la spesa. Un attimo dopo è entrato il complice. Pistola in pugno, ha minacciato il gestore dell’attività. I due rapinatori, dopo aver preso tutte le sigarette dietro al bancone e arraffato qualche contate in cassa, sono saliti a bordo di una Citroen C3 di colore grigio e sono spariti. Il titolare dell’alimentari-tabaccheria, ha chiamato immediatamente il 112, il numero d’emergenza dei Carabinieri, segnalando il modello e il colore dell’utilitaria. In poco tempo sono stati attivati posti di blocco sulle strade principali della zona. Sono stati i militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Isernia a intercettare la Citroen sulla statale 17. Dopo un breve inseguimento i due rapinatori sono stati fermati e arrestati sul rettilineo tra Cantalupo e San Massimo. Sono finiti in manette un 24enne e un ragazzo che deve ancora compiere 18 anni. Sono entrambi di Napoli e sono già noti alle forze dell’ordine. L’auto è stata sequestrata. Oltre alle sigarette e ai contanti, per un valore approssimativo di 1500 euro, nella Citroen C3 i Carabinieri hanno trovato anche due passamontagna e un paio di occhiali scuri usati per camuffarsi, un coltello a serramanico e un martello. La pistola – ma non è escluso che si tratti di una scacciacani – non è stata ancora trovata. I rapinatori se ne sono sbarazzati durante la fuga. I carabinieri la stanno cercando.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità: accolto ricorso Gemelli Molise, sospesa efficacia decreto Toma

Il Tar Molise ha sospeso l’efficacia del decreto commissariale e di tutti gli atti c…