Home Apertura Gam, Consiglio regionale approva legge a tutela dei lavoratori
Apertura - Attualità - Lavoro - QD - 12 Novembre 2016

Gam, Consiglio regionale approva legge a tutela dei lavoratori

gam-arena-2-e1412084286200di ANNA MARIA DI MATTEO

Una legge di quattro articoli con cui il Consiglio regionale, all’unanimità, ha deciso di intervenire a sostegno dei lavoratori della Gam, per i quali lo scorso 4 novembre sono scaduti gli ammortizzatori sociali. Ed è proprio questo l’aspetto che maggiormente li preoccupa, essendo partito il percorso della nuova gestione della filiera avicola.
Nel frattempo andava affrontato il problema del sostegno al reddito per i quasi trecento lavoratori, rimasti senza occupazione ormai da tre anni. E ieri, nel corso della seduta straordinaria del Consiglio regionale, l’aula ha trovato l’accordo, predisponendo un testo di legge che è stato sottoscritto da tutti i consiglieri presenti, sia di maggioranza che di opposizione.
In sostanza, la Regione autorizza la Finmolise a farsi garante, per un importo massimo di 1 milione 500 mila euro nel caso in cui il ministero del Lavoro non dovesse concedere la proroga di un anno, della cassa integrazione straordinaria. L’eventuale esborso, è scritto nella legge, non graverà sulle casse regionali, ma sarà a carico del Fondo di garanzia alle imprese, gestito sempre dalla Finanziaria regionale. La richiesta degli ammortizzatori sociali è stata già inoltrata, dunque c’è attesa per la decisione che adotterà il ministero.
L’approvazione della proposta di legge è arrivata al termine di un lungo pomeriggio. Ad assistere ai lavori, una nutrita delegazione di lavoratori della Gam,che avevano annunciato il presidio permanente, mentre in Commissione le forze politiche trovavano la quadra sull’impostazione del provvedimento.
La votazione, in tarda serata. Una votazione salutata con soddisfazione dal governatore, che ha parlato di una importante espressione di concretezza e attenzione nei confronti nei confronti dei lavoratori, da parte del Consiglio.
“Noi avevamo chiesto che la Regione si facesse garante dei lavoratori. che non sono la causa dei fallimenti, sono le vittime. Bene ha fatto la Regione. Non aveva scelta”, ha commentato Tecla Boccardo, segretaria regionale della Uil,
Il clima è quello di attesa. Attesa degli eventi e di capire come si muoverà la Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Consorzio per lo sviluppo industriale Campobasso – Boiano, il gruppo di minoranza “Futuro Trivento” chiede un consiglio monotematico

Consorzio per lo sviluppo industriale Campobasso – Boiano, il gruppo di minoranza “Futuro …