32.2 C
Campobasso
giovedì, Giugno 20, 2024

Frosolone, la prima edizione del premio culturale “Il Coltello d’Oro”

Altri comuniFrosolone, la prima edizione del premio culturale “Il Coltello d’Oro”

manifesto 4L’amministrazione comunale di Frosolone e la Pro Loco Frosolone hanno istituito il premio “Il coltello d’oro”.

Il premio verrà annualmente consegnato a personalità che si siano distinte svolgendo un ruolo di particolare rilievo nella vita e nella storia di Frosolone.

Il premio, che consiste nella consegna di un coltello realizzato artigianalmente, ogni anno, da un maestro artigiano di Frosolone e di una pergamena con la motivazione del riconoscimento, sarà consegnato a Mons. Antonio Di Lorenzo, Vicario Generale della Diocesi di Lanciano-Ortona, in una cerimonia che si terrà domenica 13 novembre, alle ore 16:00, nella Scuola Elementare in piazza Alessandro Volta.

L’evento è organizzato in collaborazione con la parrocchia di Santa Maria Assunta e il patrocinio della Regione Molise, della Provincia di Isernia e della Fondazione Molise Cultura.

Monsignor Don Antonio Di Lorenzo ha prestato la sua opera pastorale, come sacerdote e parroco della allora parrocchia di S. Pietro Apostolo e ha svolto a Frosolone, in un momento di profonda trasformazione della società, una fondamentale azione di innovazione culturale e di impulso alla formazione dei giovani stimolandone la curiosità intellettuale e l’apertura al mondo nello spirito dei valori cristiani di solidarietà e di aiuto al prossimo. È stato promotore di iniziative di carattere sociale e ricreative (quali ad esempio il cinema parrocchiale, le vacanze estive al mare) e di valorizzazione della cultura frosolonese (come la Festa del 1° Agosto e la costituzione del coro folcloristico “I Frisoni”). Inoltre ha prestato il suo impegno di docente nel ginnasio-liceo di Frosolone e il suo ruolo intellettuale di promotore della nostra identità culturale testimoniato da studi e saggi. Molti concittadini, tutt’oggi, nutrono sentimenti di riconoscenza per la loro formazione culturale e professionale. Affetto ricambiato dal Mons. Di Lorenzo che non manca mai di rimarcare il suo particolare attaccamento che continua ad avere per la nostra cittadina e la sua identità territoriale.

Ultime Notizie