castelpetroso2È stato un anno molto intenso quello vissuto a Castelpetroso. Alla Basilica dell’Addolorata sono stati organizzati tanti eventi significativi, tutti finalizzati a evidenziare – non solo a parole – il messaggio di speranza che papa Francesco ha voluto lanciare quando a dicembre dello scorso anno ha dato il via al Giubileo. Oltre a esortare i fedeli ad “anteporre la misericordia al giudizio”, il Santo Padre ha invitato tutti ad “abbandonare ogni paura e a vivere la gioia”. Per questo la solenne chiusura della Porta Santa da parte del rettore della basilica, don Massimo Muccillo, non deve essere vista come un qualcosa che finisce, bensì come un nuovo inizio di un percorso di fede che faccia guardare al futuro con speranza e fiducia. E con coraggio. Alla cerimonia di chiusura della Porta Santa hanno partecipato anche le delegazioni dell’Ordine dei Cavalieri del Santo Sepolcro e del Corpo Italiano di Soccorso dell’ordine di Malta, due organizzazioni molto legate alla basilica di Castelpetroso, una realtà che continua a richiamare un numero sempre maggiore di fedeli. Negli ultimi anni, infatti, le presenze sono aumentate in maniera considerevole.

Potrebbe interessanti anche:

33ª edizione della Fiera del Tartufo Nero a San Pietro Avellana il 13 e 14 agosto

Il prezioso oro nero della terra molisana protagonista il 13 e 14 agosto di uno degli appu…