Home Apertura Giornata della memoria a San Giuliano di Puglia. Il ricordo del crollo della Jovine e l’abbraccio all’Italia centrale
Apertura - Attualità - QD - 31 Ottobre 2016

Giornata della memoria a San Giuliano di Puglia. Il ricordo del crollo della Jovine e l’abbraccio all’Italia centrale

Il ritrovo al cimitero per ascoltare, in silenzio, i rintocchi della campana degli Angeli. Il primo alle 11.32, momento della scossa del img_888831 ottobre 2002, poi tutti gli altri scandendo nel cuore e nella mente i nomi di ventisette alunni, di una maestra e di due donne morte in paese. Dal crollo della scuola Jovine di San Giuliano di Puglia sono passati quattordici lunghi anni ma il ricordo è sempre forte, indelebile per chi quel giorno c’era e chi, nel tempo, ha maturato una grande consapevolezza. Una preghiera, l’abbraccio al cimitero per condividere una giornata dedicata alla memoria, che fa parte della storia del Molise, un evento tragico che ha cambiato per sempre questo territorio rinnovando sempre un monito per rendere le scuole più sicure. Così Antonio Morelli, presidente del Comitato vittime: ”Sono ormai quattordici anni che ripetiamo, fino a quando abbiamo la forza, che non è il terremoto che uccide. Oggi tante dichiarazioni lo confermano, vanno in questa direzione. L’Italia è un paese che purtroppo deve fare coscienza, deve capire che è a rischio sismico e, come tale, deve agire, non con parole ma con fatti concreti”. Luigi Barbieri sindaco di San Giuliano di Puglia ha rinnovato un messaggio di vicinanza a tutte le popolazioni colpite dal sisma: ”Bisogna ricordare quello che è accaduto per non dimenticare, ma soprattutto per trovare la forza di andare avanti. Il messaggio di oggi è sicuramente di vicinanza e di abbraccio alle img_8852img_8872popolazioni che stanno soffrendo in questi giorni il terremoto del centro Italia ma anche di speranza per loro che possano, negli anni futuri, rinascere come ha fatto la comunità di San Giuliano di Puglia”.
Alla giornata di commemorazione hanno partecipato, tra gli altri, il governatore Frattura, le autorità regionali, i rappresentanti della Prefettura, delle forze dell’ordine, dell’ufficio scolastico, i vigili del fuoco e tante associazioni di volontariato. Il corteo ha raggiunto il parco della memoria costruito sulle macerie dell’edificio crollato, corone di fiori sono state deposte intorno al pilastro che ricorda la scuola elementare.  A San Giuliano anche delegazioni di amministrazioni e scolaresche da tutta Italia, come il quarto municipio di Bari.
La giornata della memoria ha previsto anche una messa aòòe 17.30, la veglia di preghiera e, alle 20, la lunga fiaccolata lungo i luoghi del ricordo organizzata dal Comitato Vittime della scuola di San Giuliano di Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, nuove misure della Regione per la prevenzione e la gestione dell’emergenza

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 2 DEL 26-02-2020  OGGETTO: OGGETTO: ULT…