Un evento che negli anni si è consolidato raccogliendo migliaia di adesioni in tutta Italia. Controlli e visite gratuite per prevenire i disturbi dell’udito grazie alla nonno-ascoltami-2016campagna Nonno Ascoltami, conferma di un impegno consolidato sul territorio e di una sensibilità alle problematiche che interessano tutta la popolazione. Un’intera giornata, quella di domenica 9 ottobre in programma in piazza Monumento a Termoli dalle 10 alle 19. Una campagna informativa ed educativa che può contare sulla collaborazione del reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale San Timoteo di Termoli, diretto dal dottor Giovanni Serafini, un’eccellenza della sanità regionale. «Siamo orgogliosi di partecipare a questa campagna patrocinata anche dal Ministero della Salute» ha affermato il direttore dell’ospedale San Timoteo, Filippo Vitale. «Nonno Ascoltami!» porterà in piazza medici e tecnici specialisti dell’udito, che per un’intera giornata saranno a disposizione dei cittadini che vogliano effettuare un controllo dell’udito, grazie all’impegno di diversi partner nazionali e locali, tra cui l’Istituto Acustico Maico. «Nonno Ascoltami! è soprattutto un evento sociale che, prendendo spunto dalla Festa dei Nonni, richiama in piazza tutta la famiglia per sensibilizzare i cittadini sulle tematiche dell’udito», – commenta Mauro Menzietti, ideatore dell’iniziativa. «Riteniamo che il concetto della prevenzione non sia ancora radicato nei cittadini. Di qui l’utilità della piazza: è la sanità che va incontro alle persone, riunendo in un unico evento tutte le figure professionali coinvolte nella tutela della salute (medici chirurghi, otorini, audioprotesisti, audiometristi), tutto a vantaggio dei cittadini». L’evento nazionale gode del patrocinio del Ministero della Salute e del riconoscimento dell’Oms, (Organizzazione Mondiale della Sanità) che ogni anno indice la Giornata Mondiale dell’Udito, di cui l’associazione “Nonno Ascoltami!” è ambasciatrice italiana. L’ipoacusia colpisce circa 360 milioni di persone nel mondo, oltre 7 milioni solo in Italia. Ogni giorno nel nostro Paese 30 persone scoprono di avere un disturbo uditivo, un problema che coinvolge due persone su tre oltre i 65 anni. Di questi il 75 per cento non porta una protesi acustica e in genere impiegano tra i 5 e i 7 anni prima di accettare il problema e rivolgersi a uno specialista. (Dati Anifa-Assobiomedica).nonno-ascoltami-2016

Potrebbe interessanti anche:

Campobasso, il Comune ottiene 900 mila euro per realizzare un nuovo impianto sportivo polivalente

L’idea è quella di creare un luogo di aggregazione per i giovani di due zone di Campobasso…