Home Apertura Una Regione senza vergogna. Ad un super consulente i primi 42mila euro (più spese) del “Patto per il Sud”

Una Regione senza vergogna. Ad un super consulente i primi 42mila euro (più spese) del “Patto per il Sud”

di PASQUALE DI BELLO

L’Area di crisi complessa deve ancora partire ma la Regione Molise stanzia già 42000 euro più rimborsi spesa per un super consulente esterno al personale in servizio. L’incarico durerà sei mesi, salvo rinnovi, e verrà coperto con fondi prelevati dal “Patto per il Sud” appena sottoscritto. La proposta arriva dal direttore del Servizio Risorse umane e organizzazione del lavoro della Regione Molise, Claudio Iocca, ed è stata condivisa dal Direttore generale, Massimo Pillarella.

L’Area di crisi complessa deve ancora prendere il via ma alla Regione Molise cercano già un super consulente a cui andranno destinati, per sei mesi, la bellezza di 42mila euro più rimborsi spesa per l’attività di supporto alla Direzione generale della Giunta regionale. Lo ha stabilito una determina proprio del Direttore Generale, Massimo Pillarella, la n. 588 del 5 agosto scorso. A proporre la lauta collaborazione è stato il Direttore del Servizio Risorse umane e organizzazione del lavoro della Regione Molise, Claudio Iocca. “Considerata l’imminente pubblicazione della manifestazione di interesse ad investire nell’area di crisi industriale complessa – scrivono i burocrati regionali – […] è necessario dotarsi nell’immediato di specifiche e qualificate competenze professionali, non diversamente rinvenibili allo stato tra il personale dell’Amministrazione regionale”.

Deve essere la concomitanza con le Olimpiadi, ma la velocità della burocrazia regionale è davvero stupefacente. Appena conclusa in Consiglio regionale la discussione sull’Area di crisi voluta da Michele Petraroia e Michele Iorio, tesa a far luce su una vicenda che al momento appare ancora come una nebulosa, la struttura regionale è partita con una velocità tale da far sembrare anche Usain Bolt un paracarro immobile piantato a bordo strada. Dicono dai piani alti che in Regione non c’è nessuno capace di svolgere un simile incarico, poi, rendendosi probabilmente conto dell’enormità di una tale affermazione, correggono il tiro e con una battuta da “Oggi le comiche” aggiungono: “L’esiguuo numero dei dipendenti regionali potenzialmente utilizzabili […] risulta incardinato in processi di lavoro parimenti strategici per l’Amministrazione regionale e non suscettibili di depauperamento in termini di risorse umane”.

Steso un velo pietoso sul linguaggio raccapricciante della burocrazia, la ciliegina sull’intera vicenda ce la mette il “Patto per il Sud” appena sottoscritto da Renzi e Frattura. Usando lo stesso linguaggio botanico dei burocrati, sapete quali fondi verranno depauperati per pagare il super consulente? Proprio quelli del “Patto per il Sud” appena siglato. Anche in questo caso la burocrazia si è mossa ad una velocità supersonica e se prima Usain Bolt al suo cospetto sembrava un paracarro piantato in terra, adesso, di fronte a questo ulteriore scatto, anche il centometrista più veloce al mondo sembra un monumento ai caduti fermo in mezzo ad una piazza.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Mafia, chiesti sei rinvii a giudizio. Tra gli indagati anche la deputata Giusi Occhionero

 I pm della Dda di Palermo Francesca Dessi’ e Geri Ferrara hanno chiesto il rinvio a…