La Procura di Larino non ha ritenuto necessaria l’autopsia sul corpo di Maurizio Lombardi, il giovane di 28 anni di Termoli, morto per le conseguenze di un terribile incidente avvenuto lungo la strada principale di Rio Vivo. I funerali sono stati fissati alle 10 di venerdì 5 agosto nella chiesa img_5069.jpgdi San Pietro apostolo, dove in tanti si preparano per dare l’ultimo saluto al 28enne e a stringersi alla sua famiglia: ai genitori Dino e Rosa e alla sorella Katia. La dinamica dell’impatto è stata ricostruita dalla Polizia municipale di Termoli che ha raccolto anche una testimonianza: Maurizio si trovava in sella ad uno scooter ed era diretto verso il centro della città; dopo una curva, per cause da accertare, si è schiantato contro un lampione ed è stato scaraventato a terra per diversi metri. Ha riportato un trauma toracico gravissimo, tanto che dopo il trasporto in ospedale e i primi accertamenti, il giovane è morto.
La notizia si è diffusa tra i tanti amici proprio durante i festeggiamenti di San Basso ai quali anche lui stava partecipando. Maurizio, che lavorava per l’ottica Vincitorio ed era molto conosciuto, lascia un ricordo indelebile e per tanti il lutto e il silenzio sono calati sulla festa portando ad annullare anche alcune iniziative. Messaggi di affetto hanno riempito la sua bacheca Facebook, parole per riportare alla mente tante esperienze, descrivere le qualità di un ragazzo e, in particolare una, il ricordo definito da molti amici come il più forte: la bellezza del suo sorriso.

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…