di PASQUALE DI BELLO

Sulla Sanità è in atto un tentativo di depistaggio dai temi reali e di delegittimazione dell’attività del Forum”. E’ questa la chiave di lettura fornita da Italo Testa, presidente del Forum per la Sanità pubblica, in relazione alle nuove minacce di cui è stato oggetto e alla chiusura ad ogni forma di confronto da parte della Regione sul piano di riordino sanitario. “Frattura ignora migliaia di cittadini ma Noi non ci fermeremo”, ha tenuto a ribadire Testa.

Conferenza stampa del Forum per la Sanità pubblica. Al centro dell’incontro con l’informazione, le nuove minacce ricevute dal Presidente, Italo Testa, e l’atteggiamento di chiusura della Regione ad ogni forma di confronto e dialogo.

Il contenuto della minaccia, “Ti spaccheremo la testa con una roncola per vedere cosa c’è dentro” era già noto; meno conosciuto il linguaggio regale e i francesismi, si fa per dire, che hanno accompagnato la missiva sulla quale stanno indagando i Carabinieri. Ma il punto non è questo, ha tenuto a precisare Testa. Quello che è in atto, ha sottolineato, è un vero e proprio tentativo di distrazione dai temi reali che riguardano la Sanità, primo tra tutti il maldestro tentativo di integrazione tra Cardarelli e Cattolica. Pur non essendoci una correlazione diretta tra le due cose, lettere anonime e richieste risarcitorie portano l’opinione pubblica fuori tema. Parlare d’altro, anziché del tentativo in atto di distruzione della Sanità pubblica.

Testa è intervenuto anche su un altro tema. La chiusura da parte della Regione, della struttura commissariale e del presidente Frattura che rappresenta entrambe ad ogni forma di dialogo e confronto con il Forum. Un tentativo di delegittimazione e un atteggiamento di chiusura che ignorano la voce di migliaia di cittadini molisani. Lo scorso 18 maggio, va ricordato, su Campobasso hanno marciato circa seimila persone chiedendo a Frattura considerazione e attenzione. Il presidente commissario, in quella, come in altre occasioni, non è andato oltre le dichiarazioni di circostanza, applicando alla perfezione la prima regoletta del manuale Permaflex a cui spesso ricorre: girarsi dall’altra parte e riprendere sonno.

Potrebbe interessanti anche:

Venafro, due milioni di euro per il palazzetto e la viabilità

Due milioni di euro di finanziamenti ottenuti dal comune di Venafro. A darne l’annun…