foto CC 1E’ stato denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia per maltrattamenti in famiglia dai Carabinieri della Stazione di Forlì del Sannio, si tratta di un 50enne del luogo che in più circostanze per futili motivi ha minacciato ed aggredito la moglie casalinga, anche alla presenza dei figli. L’uomo preso da raptus minacciava e percuoteva la moglie pretendendo di avere il controllo totale sulla sua persona. La denuncia della moglie ha fatto scattare le indagini che hanno portato i Carabinieri ha raccogliere le risultanze investigative in una dettagliata informativa inviata all’Autorità Giudiziaria, mettendo così almeno per il momento la parola fine a questa triste vicenda di soprusi tra le mura domestiche.Intanto una task force composta da Carabinieri dei reparti territoriali del Comando Provinciale di Isernia e da quelli dell’Ispettorato del Lavoro dell’Arma, ha passato al setaccio cantieri edili ed attività imprenditoriali in genere al fine di verificare la regolare osservanza delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro e l’eventuale presenza di lavoratori in nero. Due sono stati gli imprenditori, entrambi operanti nel settore edile, tra Isernia e Carpinone, nei confronti dei quali sono state contestate violazioni alla normativa in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro, e nel primo caso anche per sfruttamento di lavoratori a nero. Tali controlli proseguiranno per tutto il periodo estivo, in considerazione del fatto che tale periodo è statisticamente considerato quello in cui vengono maggiormente riscontrate irregolarità nel settore della tutela del lavoro.

Potrebbe interessanti anche:

Acqua del lago di Occhito alla Puglia, l’altolà dei Cinque Stelle

Quanta acqua del lago di Occhito andrà in Puglia. Il Molise si è attivato per ricevere i r…