29.7 C
Campobasso
mercoledì, Luglio 17, 2024

Sempre più poveri in Basso Molise. Dal rapporto Caritas dati drammatici: “Le famiglie chiedono aiuto”

AttualitàSempre più poveri in Basso Molise. Dal rapporto Caritas dati drammatici: "Le famiglie chiedono aiuto"

migrantiFamiglie povere: è una vera e propria emergenza in tutto il Basso Molise. I numeri diffusi dalla Caritas di Termoli-Larino rispecchiano, in sostanza, anche l’ultimo rapporto dell’Istat che evidenzia le difficoltà economica soprattutto per i nuclei familiari con quattro componenti: una coppia e due figli. Sono sempre più numerose le richieste di aiuto che riguardano anche giovani e anziani, e chi ha perso un lavoro e non sa più come fare. Non a caso, in un anno la Caritas ha fornito oltre seimila pasti caldi e messo a disposizione oltre mille docce con cambio di abiti puliti. ”Sono più gli italiani rispetto agli immigrati, con un rapporto di circa sei a quattro – ha spiegato il vicedirettore della Caritas diocesana, Gianni Pinto – aumentano le problematiche di carattere abitativo, soprattutto per le famiglie con almeno un minore a carico, parliamo di quasi il 180 per cento e parliamo di un aspetto fondamentale come la mancanza di alloggi; aumentano le problematiche legate a situazioni di emergenza sanitaria, ci ritroviamo spesso a pagare i ticket per le prestazioni mediche”.
Una situazione drammatica, che la Caritas diocesana cerca di fronteggiare con varie iniziative di ascolto o assistenza, anche piccoli prestiti a famiglie o imprese. Un via vai di persone alla Cittadella della carità che fino a ieri riuscivano a gestire le spese e ora nonostante i sacrifici, non hanno più nulla. Tre le emergenze principali: immigrati, famiglie con minori che non trovano casa e lavoro giovanile. ”Abbiamo cercato di rispondere – osserva don Marcello Paradiso, direttore della Caritas di Termoli-Larino – con l’accoglienza diversificata per settore ai rifugiati, dando un piccolo segnale per un dormitorio femminile, offrendo un tirocinio formativo per centoventi giovani e con altre iniziative”. Don Marcello ha evidenziato che ”Le nostre sono opere segno, un segno per le istituzioni che devono occuparsi sempre di più della famiglia, la famiglia con bambini deve essere al centro delle politiche sociali”.
Quest’anno, come spiegato da Paola De Lena, responsabile economico, il rapporto Caritas non ha considerato solo dei dati ma è partito dalle storie, dalle esperienze di vita che consentono di studiare ogni singolo caso, di affrontare una problematica e conoscere il disagio che vivono una persona, una famiglia o una piccola comunità.

Ultime Notizie