di PASQUALE DI BELLO

Povertà: con un incremento del 2,2% il Molise registra l’aumento più consistente in tutta Italia. Lo certifica l’Istat. Un dato negativo che assume le forme di una beffa se paragonato alle folli spesse regionali. La Regione spende ogni giorno oltre 700 euro di gas per riscaldamento, 5000 euro per gli affitti e più 11000 euro quotidiani per indennità e privilegi dei consiglieri regionali.

La certificazione, impietosa, arriva dall’Istat. Secondo l’istituto nazionale di statistica, con un più 2,2% il Molise registra l’incremento più alto del livello di povertà in tutta Italia. In termini assoluti, nella classifica nazionale della povertà davanti al Molise ci sono soltanto Calabria, Sicilia e Basilicata. La nuda realtà delle cifre mette a tacere ogni roboante affermazione di segno contrario, specie quelle provenienti dai piani alti della Regione da cui tutti i giorni giungono bollettini di ripresa e annunci di paradisi futuri. Purtroppo lavoratori, imprese e famiglie sono strangolati dalla mancanza di lavoro e da una tassazione anche questa tra le più alte del Paese.

Al solito, al danno si aggiunge anche la beffa, specie se i dati sulla povertà vengono paragonati all’opulenza regionale, agli sperperi e ai privilegi. Quattrini stesi ogni giorno al vento in barba ad ogni contenimento della spesa e ad ogni logica di buon senso. Anche qui i dati sono impietosi. Prendiamo ad esempio la determina dirigenziale 3152 dello scorso 13 luglio con la quale viene disposta dalla Regione Molise la liquidazione delle spese per il gas metano relativamente al primo semestre del 2016. La somma, da capogiro, è di 129.369 euro e quaranta centesimi: oltre 700 euro al giorno: esattamente 722 euro.

E passando ad un’altra determina, quella immediatamente successiva, la 3153 sempre del 13 luglio scorso, vengono liquidati per i primi tre mesi dell’anno ben 451mila euro per l’affitto dei sacri palazzi regionali, una somma che moltiplicata per l’intero anno fa la bellezza di circa 5mila euro al giorno. Tutto questo per non dire del costo generale per il mantenimento della Casta: sono oltre 11mila (fonte, Bilancio Consiglio regionale) gli euro che vengono spesi ogni giorno dai molisani per pagare la retta ai Consiglieri regionali. Una somma che, tutto compreso, contiene indennità, prebende, rimborsi spesa e contributi previdenziali.

In conclusione, il Molise non è solo la regione che guadagna il poco invidiabile primato dell’accelerazione più forte verso la povertà ma è anche quella dove a fronte delle frottole e delle favole che ogni giorno vengono raccontate, si registrano gli sperperi più raccapriccianti a cui una classe politica inadeguata non riesce decisamente a rinunciare.

Potrebbe interessanti anche:

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiare

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiar…