cambio-pro-locoDura presa di posizione dei dirigenti della pro loco Caspoli, denominazione della antica pro loco di Pozzilli. In una lettera aperta al sindaco, ai consiglieri comunali, ai cittadini di Pozzilli e al governatore Frattura, protestano per il decreto di cancellazione della loro pro loco dall’albo regionale, firmato lo scorso 20 giugno. Per i dirigenti della pro loco Caspoli, si tratta di un fatto gravissimo e senza precedenti, affermano infatti: «Il Presidente dell’Associazione Turistica Pro Loco Caspoli di Pozzilli, Margherita Cambio (nella foto), ed il Direttivo, comunicano di aver appreso dalla stampa locale che il Presidente della Giunta Regionale, Paolo Di Laura Frattura, con decreto n°127 del 20 giugno scorso, ha provveduto a cancellare l’Associazione dall’Albo Regionale delle Pro Loco. Si ricorda che la  stessa Associazione, attraverso i soci fondatori (Mencaroni don Gaetano, Fiore Pasquale, Bruno Maria, Vettese Michele, Izzi Giovanni, Di Meo Eugenio, Pacitti Franco, Macera Luigi, Bruno Giuseppe e Melone Maria Gabriella) ed il Presidente Pro-tempore  Giovanni Izzi, aveva ottenuto nel 1980 il parere favorevole all’approvazione dello statuto, con atto costitutivo redatto dal Notaio Avv. Guido Riccio di Venafro, dal consiglio comunale. La stessa Associazione, con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Molise, On. Florindo d’Aimmo, otteneva nel 1981 l’Iscrizione all’Albo Regionale delle Pro Loco. Plurime segnalazioni e sollecitazioni della signora Stefania Passarelli, da ultimo quale Sindaco pro-tempore (22 giugno 2015) (ad appena 20 giorni dal suo insediamento), riguardo alla cancellazione dall’Albo Regionale della Pro Caspoli per presunta “inoperosità”, venivano fatte proprie dal consiglio comunale (delibera n°40/2015). Tale delibera veniva inviata al Presidente della Giunta Regionale Paolo Di Laura Frattura ed al Presidente del Consiglio Regionale Vincenzo Cotugno, senza neppure convocare e/o consultare e/o chiedere chiarimenti agli esponenti della Pro Loco. Questi i fatti. Si prende atto dell’impegno profuso dal Sindaco Stefania Passarelli, dai Consiglieri Comunali e dal Presidente Paolo Di Laura Frattura affinché il decreto di cancellazione dall’Albo Regionale fosse emesso. Inoltre, non si comprende perché tale provvedimento sia stato adottato solo per la Pro Loco Caspoli e non per altre associazioni iscritte all’Albo Regionale delle Pro Loco. Si procederà nei confronti di eventuali responsabili di illegalità con azioni legali amministrative, civili e penali. Pro Loco Caspoli».

Potrebbe interessanti anche:

Rievocazione storica ad Agnone: tornano le lavandaie dei lavatoi

Ad Agnone arriva una nuova rievocazione storica. Il Comitato di Quartiere “Agnone Ce…