Ancora un furto con esplosivo in uno sportello bancomat. Questa volta a finire nel mirino di una banda organizzata è finita la Banca dell’Adriatico di Santa Croce di Magliano. Il colpo durante la notte in via XX Settembre. Gennaro Rosati, titolare di un panificio che si trova a poca distanza dalla filiale era già al lavoro quando è avvenuta l’esplosione e ha raccontato di aver udito un forte boato.
Per entrare è stato sfondato il vetro di una delle porte per raggiungere il bancomat dalla parte interna, poi i banditi hanno fatto saltare in aria, utilizzando l’esplosivo, lo sportello in cui era stato depositato il denaro per i prelievi del fine settimana. Il valore del furto ammonta a migliaia di euro ma la stima è ancora in corso. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Santa Croce di Magliano, la Compagnia di Larino e il nucleo investigativo di Campobasso. In paese il comandante provinciale, Marco Bianchi che ha coordinato le operazioni. I militari hanno effettuato i rilievi e verificato i filmati delle telecamere a circuito chiuso piazzate dentro e all’esterno della filiale. Le indagini continuano e si cercano testimoni. Sono diversi i furti con esplosivo messi a segno o tentati negli ultimi mesi in Basso Molise; questa volta in un paese che si trova in una zona più interna ma vicina al confine con la Puglia, possibile via di fuga utilizzata dai malviventi per far perdere le loro tracce.

Potrebbe interessanti anche:

Festa di solidarietà, la Piccola Underground Orchestra a Pesche

Festeggiare insieme la solidarietà e il reciproco arricchimento tra persone: è l’obiettivo…