comitato noÈ stato costituito ufficialmente anche a Isernia il comitato provinciale per il No al Referendum sulla riforma della Costituzione votata dal Parlamento. Il suo compito sarà quello di organizzare e coordinare le azioni e le iniziative che si terranno fino al termine della campagna referendaria. Sono già molte le adesioni – ha detto il coordinatore del comitato, Celeste Caranci – ma il numero è destinato a crescere. Per ora hanno aderito: A.N.P.I., A.R.C.I. gay, A.R.C.I. immigrazione, Ass. Caponnetto contro le mafie (Abruzzo e Molise), Sindacato C.S.A. (regioni e autonomie locali), Ass. Alternativa Costituzionale, Comitato Antifascista Antirazzista Molisano, Isernia Bene Comune, Movimento Cinque Stelle, Pensiero Libero, Partito Comunista dei Lavoratori, Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà. Il Comitato – è stato detto durante un incontro organizzato nei locali di spazio 180 – nasce per difendere e attuare la Costituzione Democratica, Repubblicana Antifascista e Antirazzista. La riforma varata dal Parlamento su impulso del governo Renzi – hanno detto i promotori del comitato per il no – rappresenta una coltellata dritta al cuore della legge fondamentale dello Stato.

Potrebbe interessanti anche:

Le fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per Roccavivara” prende le distanze

Le Fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per R…