Home Apertura Isernia, la lista di Michele Iorio ‘asfalta’ Forza Italia. Dodici consiglieri sono di Alleanza per il Molise
Apertura - Politica - Regione - 21 Giugno 2016

Isernia, la lista di Michele Iorio ‘asfalta’ Forza Italia. Dodici consiglieri sono di Alleanza per il Molise

d'apollonioNuovo consiglio comunale di Isernia, in attesa della proclamazione e dell’insediamento dell’assise civica, prevista per gli inizi di luglio, l’analisi dei consiglieri comunali eletti ci dice che per la metà si tratta di persone che per la prima volta varcano la soglia di palazzo san Francesco. Per la maggioranza, su venti consiglieri, ben dodici entreranno per la prima volta in comune: si tratta per lo più di giovani, vediamoli nel dettaglio. Elisabetta Lancellotta, Enrico Caranci, Vittoria Succi, Giovanni De Marco, Tiziana Pizzi, Gianluca Di Pasquale, Irma Barbato (per Insieme per il Molise); Maria Antonella Matticoli, Nicola Moscato, Tonino Antenucci e Giampiero Mancini (per Isernia in Comune) e Francesca Bruno (per Fratelli d’Italia, esponente di Casapound, movimento che entra per la prima volta in assoluto in consiglio comunale). Stesso discorso per la minoranza, anche qui diversi, anche se di meno, i volti nuovi della politica. E si tratta diRita Formichelli, ex candidato sindaco del Centrosinistra, Mino Bottiglieri, ex candidato sindaco di Cinque Stelle e  Vincenzo Di Luozzo (per La Città Nuova). E ora passiamo a quelli già visti, o a quelli che ritornano, magari dopo una pausa più o meno lunga. Per la maggioranza, cominciamo con Giacomo D’Apollonio, che rientra come sindaco dopo essere stato consigliere comunale di minoranza con Brasiello. Ci sono poi i ritorni diPietro Paolo Di Perna, Domenico Chiacchiari, Emanuela Guglielmi, Giuseppe Lombardozzi e Gianni Fantozzi (di Insieme per il Molise); Cesare Pietrangelo e Sonia De Toma (per Isernia in Comune); Eugenio Kniahynicki (per Fratelli d’Italia). Per la minoranza, tornano a Palazzo San Francesco: Gabriele Melogli (che ha fatto già sapere di rinunciare al seggio, in favore di Giovancarmine Mancini), Cosmo Tedeschi e Stefano Testa, come ex candidati sindaci; Raimondo Fabrizio e Filomena Calenda (per Forza Italia), Andrea Galasso (per  Alleanza per il futuro); Roberto Di Pasquale (Progetto per Isernia); Fabia Onorato (del Pd); Roberto Di Baggio (Isernia prima di tutto). Primo gruppo in consiglio, per la maggioranza, Alleanza per il Molise di Michele Iorio, con dodici rappresentanti, poi c’è Isernia in Comune, la lista di D’Apollonio, con sei rappresentanti, e Fratelli d’Italia con due. In minoranza, primo gruppo Forza Italia, con due consiglieri, poi il Pd con la sola Fabia Onorato e gli altri, tutti presenti singolarmente a vario titolo, o come ex candidati sindaci, o come rappresentanti di liste civiche. In conclusione, un consiglio comunale che, per la prima volta, si affranca quasi totalmente dai partiti nazionali, se si considera che i rappresentanti di Fratelli d’Italia, Forza Italia, Pd e Cinque Stelle, in totale sono solo sei su trentadue. Un grosso segnale dal punto di vista politico che prelude a scenari inaspettati anche per il futuro degli enti maggiori, come Provincia e Regione. Non è escluso, infatti, che come già accade in altre realtà, come Sardegna o Trentino Alto Adige, alla fine i movimenti localistici possano anche avere la meglio sui partiti tradizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 6 nuovi decessi e 80 positivi. 100 i guariti nelle ultime ore

Quattro erano ricoverati in malattie infettive e due invece erano ospiti di case di riposo…