34.9 C
Campobasso
venerdì, Giugno 21, 2024

Superstrada Isernia-Castel di Sangro: “cancellato” il lotto zero. Esulta il comitato: chiederemo il conto di questo spreco

AperturaSuperstrada Isernia-Castel di Sangro: "cancellato" il lotto zero. Esulta il comitato: chiederemo il conto di questo spreco

comitato no lotto zeroLa notizia ha del clamoroso: il lotto zero della Isernia- Castel di Sangro non si farà. Almeno fino al 2020. Lo hanno annunciato gli esponenti del comitato che da quasi due anni si batte per dire no alla realizzazione di un’opera – il collegamento tra il bivio di Miranda e quello di Pesche – ritenuta «inutile, dannosa e costosa». La novità – hanno spiegato durante un incontro con la stampa convocato all’ex lavatoio di Isernia – è scaturita dall’incontro con l’assessore regionale Pierpaolo Nagni: «L’assessore Nagni – ha detto il portavoce del comitato No Lotto Zero, Celeste Caranci – ci ha detto ufficialmente che per quest’opera di cui si discute tanto non c’è alcun finanziamento. Non c’è un euro per la realizzazione del lotto zero. Nelle prossime settimane sarà firmato il Patto per il Mezzogiorno con il Governo, all’interno del quale c’è anche il Patto per il Molise, che prevede una spesa complessiva per infrastrutture per oltre 700milioni euro, ma non è stato previsto alcun finanziamento per questa opera». Ma l’azione dei promotori del comitato no lotto zero non si ferma qui. Attraverso gli esposti presentati alla Procura, alla Corte dei Conti e all’Autorità anticorruzione, chiedono chiarimenti sui costi per la progettazione: «Perché – ha detto ancora Caranci – vengono stanziati e parzialmente concessi quasi 4 milioni di euro per la progettazione di un’opera che in realtà non si farà? Noi speriamo non si faccia mai, di certo non è prevista nel piano 2014-2020. Di questo chiederemo conto e stiamo già chiedendo conto attraverso gli esposti presentati nelle scorse settimane». Durante l’incontro con la stampa Caranci non ha risparmiato critiche a chi ha voluto e sostenuto questo progetto: «L’amministrazione Melogli ha portato avanti questo iter senza che ci fosse la certezza di finanziamento. Ma chiamiamo in causa, politicamente parlando, anche Brasiello che ha firmato alcune determine di finanziamento della progettazione».

Ultime Notizie