polizia controlliIncessante il lavoro degli uomini della Polizia di Stato della Questura di Isernia in città e provincia. Nei giorni scorsi, gli uomini della Squadra Volanti della Questura di Isernia hanno denunciato per furto con destrezza un isernino di anni 60, con precedenti di polizia, che, all’interno di nota sala slot, si è reso responsabile di furto con destrezza di denaro contante. Il proprietario della citata attività, una volta resosi conto dell’accaduto, contattava il 113 ed un equipaggio della Volante, dopo la visione delle immagini registrate dal sistema di video-sorveglianza, identificava il responsabile del gesto. Questi, condotto in Questura, ammetteva le proprie responsabilità e restituiva al gestore del locale commerciale il denaro rubato. Senza sosta, inoltre, l’attività di controllo del territorio degli uomini della Volante i quali, nei primi giorni della settimana, hanno identificato 200 persone, effettuato 30 posti di controllo, fermato 80 veicoli ed elevato 15 sanzioni amministrative per violazione delle norme del codice della strada. Nei guai è finito anche un cinquantenne isernino, con precedenti di polizia per reati contro la persona, denunciato dalla Squadra Mobile della Questura di Isernia per il reato di lesioni e minacce. Questi, dopo aver inseguito con la propria autovettura un ragazzo del posto, lo minacciava e percuoteva, procurandogli lesioni guaribili con 10 gg. di prognosi; il tutto sarebbe da ricondurre ad una mera questione personale. Ancora, una discussione tra datore di lavoro e dipendente circa l’importo del trattamento di fine rapporto spettante, si è trasformata in una furiosa lite che ha portato la Squadra Mobile della Questura pentra a denunciare il primo, con precedenti di polizia per reati contro la persona ed il patrimonio, per minacce.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, scende la curva del contagio. Intanto Toma approva il decreto che prevede 50 milioni del Por

Non accadeva da settimane: numero di casi inferiore a 100 e tasso di positività che scende…