34.9 C
Campobasso
domenica, Luglio 14, 2024

Isernia. Riforma del Senato, cosa cambia per i Comuni e le Regioni

AttualitàIsernia. Riforma del Senato, cosa cambia per i Comuni e le Regioni

stefano ceccantiSi è parlato soprattutto di riforme costituzionali durante l’incontro organizzato dal Partito democratico nei locali di Spazio 180, nel centro storico di Isernia. Lo spunto è stato dato dal libro “La transizione è (quasi) finita”, edito da Giappichelli, curato dal costituzionalista Stefano Ceccanti, ordinario di Diritto Pubblico Comparato all’Università la Sapienza di Roma. Riflettori puntati in particolare sulla riforma del Senato, sul ruolo che avranno Comuni e Regioni, sulla necessità di garantire governi stabili e iter legislativi più snelli. Per le istituzioni locali c’è la possibilità di contare di più a livello centrale. Mentre sono destinati a sparire i perenni conflitti tra centro e periferia. Ma c’è anche chi contesta aspramente questa riforma, fino a definire una bufala l’abolizione del Senato. È il caso del Movimento 5 Stelle: il popolo – dicono i grillini – non avrà più la possibilità di scegliere ed eleggere i suoi rappresentanti. Il Senato sarà scippato e consegnato ai soliti pochi, mettendo di fatto all’angolo un Movimento che anche attraverso il web si propone di avvicinarsi il più possibile al concetto di democrazia diretta. La pensa diversamente Ceccanti: a suo avviso non sarà una riforma a determinare il consenso, bensì la proposta politica.

Ultime Notizie