7.8 C
Campobasso
mercoledì, Aprile 24, 2024

Istigazione al terrorismo, il somalo risponde al gip: “Non progettavo attentati”. Resta in carcere

AttualitàIstigazione al terrorismo, il somalo risponde al gip: "Non progettavo attentati". Resta in carcere

Ha deciso di parlare e ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari, Daniele Colucci, il giovane di 22 anni ospite di un centro di accoglienza di Campomarino lido in stato di fermo per l’accusa di istigazione al terrorismo. «Non ho fatto nulla e non volevo fuggire tantomeno progettare un attentato a Roma o andare in Siria». Questo avrebbe detto durante l’interrogatorio che si è svolto in lingua araba in carcere a Larino con l’aiuto di un interprete e alla presenza del sostituto Federico Carrai e dell’avvocato Antonio Di Renzo. «Ad oggi – ha affermato il legale – ritengo che il mio assistito si trovi in una situazione più grande di lui. È molto provato e stento a credere che possa aver pensato di fare quanto gli viene addebitato». Al termine dell’interrogatorio il gip Colucci ha convalidato la misura e ha deciso che il giovane deve rimanere in carcere..interrogatorio

Ultime Notizie