Home Attualità Il depuratore del porto non ce la fa più: vietati nuovi allacci e subentri alla rete idrica

Il depuratore del porto non ce la fa più: vietati nuovi allacci e subentri alla rete idrica

depuraE’ da agosto del 2015 che a Termoli il gestore del servizio idrico, la Crea, non accetta nuove utenze. Il motivo è che il depuratore del porto è sovraccarico, lavora già molto al di sopra delle sue capacità. La situazione negli ultimi mesi non è migliorata e da febbraio la Crea ha dovuto prendere ulteriori provvedimenti disponendo anche il blocco dei subentri. Cosa vuol dire? Che anche se l’utenza è già esistente nel caso viene chiesto di cambiare l’intestatario ecco che scatta il rifiuto. E’ successo così che molti cittadini che solo nel mese di febbraio hanno preso casa in affitto hanno dovuto rinunciare al trasferimento perchè in casa non avrebbero avuto l’acqua. Un disagio enorme e che riguarda anche appartamenti di nuova costruzione dove non si può effettuare l’allaccio. La situazione è grave, la Crea sia la scorsa estate e di nuovo qualche giorno fa ha scritto una nota alla Prefettura, al Comune di Termoli e all’Egam spiegando i problemi e le misure adottate. Ma non ha mai ricevuto risposte. Intanto i disagi e le lamentele dei cittadini crescono. L’unica soluzione è il nuovo depuratore in costruzione nella zona del Sinarca. Un’opera inziata otto anni fa e che poi si è arenata. I lavori sono ripresi pochi mesi fa con l’amministrazione Sbrocca e ora sono in dirittura d’arrivo. Entro poche settimane il nuovo impianto sarà pronto, dicono dal Comune. Accoglierà le acque dell’intero quartiere di Porticone, alleggerendo così di fatto quello del porto. I disagi per i nuovi allacci dunque dovrebbero durare ancora poco. I consiglieri di opposizione Daniele Paradisi e Paolo Marinucci, insieme al resto della minoranza, hanno comunque chiesto al sindaco la convocazione di un consiglio comunale oltre che la cotituzione di una commissione consiliare sul tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Al via un disegno di legge per la sanità molisana, Iorio: “Chiedo condivisione di tutti i sindaci”

L’ex governatore Michele Iorio è intervenuto sulla sanità in Molise. “Nella ta…