Home Attualità Edilizia scolastica, Movimento 5Stelle e Ance Molise chiedono interventi urgenti
Attualità - Evidenza - QD - 29 Febbraio 2016

Edilizia scolastica, Movimento 5Stelle e Ance Molise chiedono interventi urgenti

edilizia-scolasticaNon c’è alcun dubbio: il tema della sicurezza delle scuole sta suscitando un interesse dilagante, una catena di considerazioni e suggerimenti che arrivano, con frequenza giornaliera, dalle categorie più disparate. Politici, genitori, associazioni, imprese: ognuno con le sue teorie, ciascuno con le proprie soluzioni.
Gli ultimi, solo in ordine di tempo, sono i cinquestelle di Palazzo San Giorgio che, oltre ad elencare consigli e proposte, sembrano aver teorizzato un vero e proprio «sistema d’intervento» a cui hanno dato anche un nome: ricognizione. Una fase del lavoro – hanno detto – il cui principio base è racchiuso nella frase: «L’edilizia scolastica non è una battaglia di principio. C’è bisogno di scelte urgenti».
I cinque stelle insistono sulla necessità di far rispettare le procedure di sicurezza previste dalla legge, allontanandosi da chi le considera una perdita di tempo; è inoltre indispensabile – hanno aggiunto – raccogliere documenti e perizie, porle alla base di una programmazione per il rinnovamento delle scuole. Una scelta obbligata – hanno sottolineato i consiglieri – perché l’assenza di documenti che attestino il reale stato degli edifici riguarda la quasi totalità di essi».
I rappresentanti del movimento si sono detti consapevoli delle scarse risorse a disposizione e dell’approccio assunto dalla politica a riguardo, un approccio che «ricorda molto il buon proposito da lunedì mi metto a dieta – hanno ironizzato – ma non abbasseremo la guardia», è stata la loro conclusione.
Ma il grido dei 5 stelle non è l’unico. Anche l’ANCE Molise, l’associazione nazionale dei costruttori edili si è espressa e lo ha fatto con una lettera inviata ai sindaci. Il messaggio è chiaro e diretto: domani scade il termine per presentare le richieste di finanziamento per i lavori nelle scuole; le amministrazioni non possono ignorarlo. «E’ un’occasione che non possiamo perdere – ha detto il presidente dell’associazione – ci sono 480 milioni previsti dalla legge di stabilità e spero che i sindaci si siano attivati per ottenere i fondi» ha concluso Uliano.

silvia valente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Palazzo a Londra, continua l’inchiesta sulla mediazione di Gianluigi Torzi

Si complica e di molto l’affaire dell’acquisto del palazzo di Londra con i sol…