36.5 C
Campobasso
giovedì, Giugno 20, 2024

Viabilità in ginocchio: da Mafalda sindaci, parroci e cittadini chiedono risposte al Governo regionale

AttualitàViabilità in ginocchio: da Mafalda sindaci, parroci e cittadini chiedono risposte al Governo regionale

IMG_20160107_183056 Un incontro affollato che ha seguito l’appello contenuto in una lettera dei parroci del Basso Molise e rivolto a tutte le istituzioni. Fare qualcosa di concreto per mettere a posto le strade del territorio assicurando risorse adeguate e interventi precisi che vadano oltre le pezze sull’asfalto e qualche misura tampone. Un invito condiviso e ribadito a Mafalda ai rappresentanti del Governo regionale e della provincia di Campobasso al fine di un cambio di passo sui fondi, i tempi dei lavori e i progetti destinati e da destinare a un’area che deve fare i conti con lo spopolamento e il lavoro che non c’è e dipende anche da collegamenti efficienti e veloci.
”Come Comuni chiediamo attenzione e investimenti sulla viabilità – ha affermato il sindaco di Mafalda Egidio Riccioni – tra le strade più difficoltose ci va a finire sicuramente la provinciale 163 che da Civitacampomarano conduce a Montenero da un lato e quella che va dalla fondovalle Trigno a Montenero dall’altro. Nelle settimane passate – ha aggiunto Riccioni – abbiamo IMG_20160107_183030dovuto sopperire anche alla chiusura della Trignina e alla deviazione del traffico, anche pesante, sulle strade interne che, già disastrate, ne sono uscite ancora peggio”.
Presenti anche diversi parroci. “C’è un degrado sulle strade e sappiamo che senza le strade non c’è futuro – ha affermato don Marcello Paradiso, vicario vescovile della Diocesi di Termoli-Larino per il quale – il nostro obiettivo è quello di sollecitare gli amministratori a tener presente quali sono le priorità e allo stesso tempo per richiamarli a una maggiore sensibilità. Non sappiamo quali sono le risorse e le possibilità che ci sono ma vogliamo solo sapere qualcosa di concreto per il futuro”.
Risorse ridotte al lumicino per la Provincia che, come evidenziato, dal presidente Rosario De Matteis sono state investite anche in questa zona. Secondo l’assessore regionale ai Trasporti, Pierpaolo Nagni, ”bisogna individuare le priorità” con la consapevolezza che le somme stanziate non sono sufficienti a tranquillizzare un’area che paga le fragilità del territorio e serve, dunque, collaborazione tra gli amministratori.
Strade che gli stessi rappresentanti regionali hanno dovuto percorrere per raggiungere Mafalda e un problema annoso che resta sotto gli occhi di tutti. Al di là degli annunci e delle prese di impegno servono ora interventi concreti per evitare che anche un’ambulanza sia costretta a superare un percorso a ostacoli prima di raggiungere l’ospedale più vicino.

Ultime Notizie