Home Attualità Post sisma, il fratello dell’ex sindaco di Isernia al vertice dell’agenzia di ricostruzione
Attualità - Evidenza - Politica - QD - 5 Gennaio 2016

Post sisma, il fratello dell’ex sindaco di Isernia al vertice dell’agenzia di ricostruzione

Manuel_Brasiello_Andrea_Montermini_Giovanni_Caturano_e_Francesco_De_Lellis_-_ACI_IserniaTutto come previsto, anzi tutto scontato. Il Partito Democratico di Frattura e Fanelli non si smentisce e a pochi giorni da una possibile resa dei conti, nell’assemblea regionale convocata a Isernia, vara un pacchetto di nomine che dovrebbe garantire alla segretaria regionale una riunione tranquilla senza nessuna possibilità che passi un’eventuale mozione di sfiducia. A dire il vero, per garantire la massima trasparenza, a quello che si diranno in casa Pd, l’assemblea sarà a porte chiuse, ovvero i giornalisti non potranno assistere ai lavori. Questo accade in Molise, questo accade nel partito democratico del Molise, diretto dai Renziani Frattura e Fanelli, quelli che dimenticano, allegramente, che l’assemblea nazionale del Pd di Renzi, il loro vate, viene fatta sempre a porte aperte e in streaming, in modo da garantire la massima trasparenza. Ma si sa, Renzi è Renzi e i Renziani, specie quelli molisani, sono un’altra specie. Ma torniamo alle nomine, partendo da quella che ha sollevato maggiore clamore. Si tratta di Manuel Brasiello (nella foto primo a sinistra), architetto, noto alle cronache per essere il fratello del fu sindaco di Isernia, Gigi. L’architetto Brasiello è stato nominato da Frattura nuovo responsabile tecnico dell’Agenzia di Ricostruzione post sisma. Un incarico da quarantamila euro annui, riconosciutigli per la sua esperienza di tecnico al comune di Isernia e per il suo curriculum professionale. Questo dice il decreto di nomina. Ma è fin troppo chiaro e scontato che, politicamente, si tratta di un risarcimento dovuto dal Pd all’ex sindaco Brasiello, sfiduciato proprio dai Renziani amici di Frattura e, come in una tragedia greca, arriva il riconoscimento postumo. Dopo averlo ucciso, lo si manda affianco agli dei, solo che non ci va lui, ma il fratello. Cose che capitano, anche perchè, per un anno, Gigi Brasiello deve restare fermo ai box, non potendo ricevere incarichi pubblici. Un altra nomina Renziana è stata quella del vice sindaco di Agnone, Maurizio Cacciavillani, nominato al vertice di Molise Dati. C’è poi un dirigente, Gino Cardarelli, che va a capo della Protezione Civile e un vecchio amico di Frattura, il commercialista Paolo Verì in predicato per il vertice tecnico di Finmolise, mentre per la presidenza se la battono in due. Elvira Sabetta, sponsorizzata da Laura Venittelli e Mena Iapalucci indicata da Micaela Fanelli. Di tutto questo si discuterà a Isernia, ma a porte chiuse, per decisione della Fanelli che, nel frattempo, augura il bentornato a Massimiliano Scarabeo, nel partito e in consiglio regionale, ma conferma che l’indicazione del Pd per il quarto assessore resta quella di Carlo Veneziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Isernia. Medico aggredito e incendio al Veneziale, Florenzano: rafforzeremo il piano di sicurezza

“Stiamo mettendo in atto correttivi per rafforzare il piano di sicurezza degli osped…