Home Apertura Cortigiani ad orologeria. L’arte del cembalo al tempo di Frattura
Apertura - Attualità - Politica - QD - 30 Novembre 2015

Cortigiani ad orologeria. L’arte del cembalo al tempo di Frattura

cembalodi MANUELA PETESCIA

L’esibizione di cortigianeria apparecchiata venerdì in Consiglio regionale ha concesso ai peones i più classici cinque minuti di celebrità, confermando all’opinione pubblica molisana almeno un paio di tipologie umane su cui Frattura potrebbe contare in eterno, anche nel caso in cui la sua ‘statura’ istituzionale risultasse macchiata da un furto con scasso, in pieno giorno, o dallo scippo, con percosse, di una vecchietta indifesa, magari di domenica mattina sul piazzale della Cattedrale.
La prima, alla Parpiglia per capirci, è la più scialba e insignificante.
Può contare su un vocabolario complessivo di quattro parole di numero, reminiscenze calcistiche da prima elementare.
Ma tanto basta&avanza per immolarsi d’ufficio sull’altare di Frattura e svolgere l’insostituibile e sudatissima attività politica che oscilla tra l’inaugurazione di eventi sportivi e la consegna di coppe e medaglie ai meriti agonistici altrui.
La seconda, alla Lattanzio, è un tantino più pretenziosa, non fosse altro per la gloriosa ed eroica immagine di sé che la consigliera non cessa di diffondere in preda alla sua “sindrome” della quota rosa.
E’ strabiliante come questa rappresentante delle istituzioni interpreti infatti il suo ruolo, cambiando idea e prestandosi (o meno) alla causa della maggioranza, fino allo spasimo, a seconda che si apra (o meno) la prospettiva di colorare di rosa i posti in giunta disponibili.
Nunzia Lattanzio è infatti la stessa persona che a “spiraglio assessorato” svanito – anni 2013-2014 – aveva coraggiosamente condiviso e preso parte alla ‘resistenza’ contro i complotti di Frattura mettendo a nostra disposizione ogni informazione e strumento utile per aiutare Telemolise e il suo direttore a venire a capo di una vicenda così buia e vile da segnare una pagina di vergogna storica, le cui ripercussioni si udiranno per decenni.
Salvo poi rimangiarsi tutto ed esprimere, a orologeria, il suo appoggio al dominus delle sorti degli eletti Frattura.
Che anche questa volta la fregherà alla grande, dopo aver incassato il suo sostegno interessato e acritico al limite del ruffianesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Legambiente: inquinamento Venafro, subito caratterizzazione delle polveri

Le recenti notizie in merito alla situazione di Venafro (centralina di Via Campania) evide…