noi per salvini comitato donne moliseCom’era facile prevedere l’attacco terroristico di Parigi ha scatenato reazioni più o meno incontrollate. La paura di possibili attentati anche in Italia, ha spinto i principali leader politici a prendere posizione. Tra loro non si è fatto di certo pregare Matteo Salvini. Il leader leghista ha colto la palla al balzo per ripetere il suo mantra: stop all’ingresso di immigrati in Italia, espulsioni, lotta senza quartiere al terrorismo e calci nel sedere a chi parla di islam moderato. «Affermazioni degne di uno sciacallo»: così è stato detto da più parti, ma il movimento Noi per Salvini non ci sta. A margine di un incontro a Isernia, Anna Rita Tateo, delegata per la Puglia, il Molise e la Basilicata, ha difeso con forza il suo leader: a suo avviso l’idea di chiudere le frontiere non è affatto propagandistica. Si tratta di difendere i propri figli e al tempo stesso fare il bene degli immigrati, visto che in questa fase l’Italia non è nelle condizioni di dare loro aiuto. Ma il motivo principale dell’incontro di Isernia è stato un altro: presentare il comitato donne del movimento. Il ruolo di responsabile regionale è stato affidato a Giusy Rutigliano, mentre le responsabili provinciali di Campobasso e Isernia sono rispettivamente Francesca Iafelice e Catia Di Benedetto. Grazie anche a questi nuovi innesti, il coordinatore regionale, Luigi Mazzuto, ha parlato di movimento in forte crescita. Ha inoltre annunciato l’imminente visita di Salvini in Molise.

Potrebbe interessanti anche:

Torna il maltempo su tutta la regione: neve anche in collina e danni causati dal vento forte

Torna il maltempo su tutto il Molise. Dalla notte scorsa disagi per le nevicate e per il f…