buonoPd molisano nella bufera. Stefano Buono, presidente della componente Molise Democratico, definendo Micaela Fanelli un segretario fantasma, chiede l’azzeramento della giunta Frattura, la convocazione urgente dell’assemblea regionale del partito e una nuova legge elettorale che tuteli la rappresentanza della provincia di Isernia a Palazzo Moffa.
“Basta con la politica della denigrazione e dell’attacco personale che caratterizza il dibattito di questi giorni e che sta contribuendo ad abbassare ulteriormente il livello della nostra classe politica – afferma Stefano Buono – Si parli dei problemi che attanagliano le famiglie molisane e che non vedono adeguate risposte dalle politiche messe in campo da questo governo regionale. Il Partito Democratico molisano ancora una volta risulta essere totalmente assente. La sanità pubblica molisana è al collasso e non sembra esserci un’inversione di tendenza. Le migliaia di lavoratori disoccupati delle aziende interessate da vertenze e i numerosi precari sono abbandonati a se stessi e quotidianamente illusi da promesse sempre destinate a rimanere tali. Non vi sono provvedimenti che puntino a rilanciare le politiche del lavoro e affianchino le imprese stremate dalla crisi. Non vi sono ragionamenti chiari sul rilancio infrastrutturale della regione, che di certo non passa per la metropolitana leggera come opera strategica , ma che dovrebbe puntare, anche mediante una riprogrammazione di parte dei fondi che erano destinati all’autostrada del Molise, sull’elettrificazione del treno e SUL potenziamento delle arterie esistenti. Bisogna discutere di come la programmazione comunitaria dei fondi strutturali e lo strumento straordinario dell’area di crisi possano rilanciare lo sviluppo del territorio. L’unica soluzione possibile sarebbe una presa d’atto del fallimento delle politiche regionali nei primi due anni e mezzo e, quindi, l’azzeramento della giunta e la costituzione di una nuova squadra di governo che sottoscriva un nuovo programma per la seconda parte della legislatura. In questo contesto la provincia di Isernia e il basso Molise e Termoli patiscono un particolare isolamento. E’ necessario quindi mettere subito in agenda, come priorità, l’approvazione di una legge elettorale che dia la giusta rappresentanza anche alla provincia di Isernia. Di queste cose, e non della sostituzione di un assessore regionale, gradiremmo confrontarci finalmente nell’assemblea del Partito Democratico. Il segretario fantasma Micaela Fanelli la smetta di fare sterili proclami e difese d’ufficio e convochi l’assemblea del partito”.

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …