Home Attualità Zone protette raccolta tartufo, le associazioni dei cercatori ricorrono al Tar Molise
Attualità - Evidenza - QD - 30 Ottobre 2015

Zone protette raccolta tartufo, le associazioni dei cercatori ricorrono al Tar Molise

cavatori tartufo«No alle zone protette per la raccolta del tartufo volute da diversi comuni della provincia di Isernia». Per raggiungere questo obiettivo, i rappresnetanti di diverse associazioni di cercatori hanno deciso di promuovere un ricorso al Tar per far sì che le richieste presentate all’Amministrazione provinciale isernina diventino carta straccia. I loro interessi saranno curati dall’avvocato Massimo Romano, ha confermato Cristian Rossi, presidente dell’Adat, l'”Associazione difesa ambiente tartufo». Al di là del ricorso alla giustizia amministrativa, le associazioni dei cercatori di tartufo puntano a chiedere anche una modifica della legge regionale: l’obiettivo è di limitare l’estensione delle riserve, in modo da salvaguardare la libera ricerca del tartufo. Si pensa a un tetto massimo del 5% rispetto al territorio censito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

VIDEO E FOTO. Casa riposo Agnone, ospiti positivi al Coronavirus trasferiti al Ss Rosario di Venafro

Sono stati trasferiti al Santissimo Rosario di Venafro gli ospiti della casa di riposo “Ta…